sabato, aprile 22, 2006

sciacchius


voglio fare il mio personalissimo sciacchius (j'accuse) nei confronti di tutto questo astio contro il sig. jar jar binks.
egli infatti è stato oggetto di una campagna diffamatoria da parte di molti dei fans di guerre stellari, che lo odiano proprio.
io invece lo amo a dismisura.
egli infatti è solo un astruso di razza.
parla in modo astruso, cammina in modo astruso, ha delle orecchie astruse e chi più ne ha più ne metta.
lo si è giudicato troppo in fretta, il buon jar jar.
io, che ho avuto la fortuna di conoscerlo di persona, forse, posso assicurare che egli non ha preso bene tutte queste critiche.
si è chiuso nel silenzio per anni, ma ora vuole venire allo scoperto, e rispondere a muso duro a tutti i suoi detrattori.
forse.
non lo so con certezza.
però ho come la sensazione che le cose stiano così. poi, chi può dirlo?
certo è che noi astrusi siamo in genere oggetto di campagne diffamatorie.
perché cìè un virus che si chiama "buon senso", che attacca indiscriminatamente.
perché anche in guerre stellari, che è in sé una roba astrusa, c'è chi si richiama al buon senso.
"ma insomma, questo jar jar che c'entra?"
e joda allora?!?!?!
che cazzo!?!?! joda che è? normale?
mavaffanculo va!
basta. che mi sto innervosendo.

4 Comments:

Anonymous Rocco Loturzo said...

Finalmente del buon senso,
ieri sera Jar Jar era in un Bar di pinerolo, vicino Chieri, in provincia di Torino (e dove altro cazzo poteva andare a rifugiarsi un astruso come lui?)

Era intento a degustare dell'ottimo roero arneis (il solo nome mi fa raggelare) con dei crostini zeppi di lardo di arnà (o come cazzo si scrive chechissenefotte poi), (finalmonte una cosa sensata) e parlicchiava con vecchietti autoctoni delle sue imprese siderali...

ora i vecchietti del luogo, che non capivano assolutamente come fosse possibile che in un pianeta esistessero due razze diverse senza che belliggerarono fra di loro rimaneddoto in santa pace.

Insomma Jar Jar gli ha messi in riga chiarendo una volta per tutte che la coesistenza di razze differenti è possibile e che non è assolutamente una utopia di tipo kafkiano.

Io quindi mi sono aggregato al discorso citando il caso più che terrestre della convivenza tra l'uomo di neanderthal ed il sapiens, che tutti sanno come è andata a finire...

però loro non hanno capito, anzi l'hanno presa proprio male e mi hanno sbattuto a calci fuori della cantina e continuando a gozzovigliare fino a tarda mattinata. (lo so perchè mi sono nascosto dietro un albero ed ho atteso di verificare fino a che ora sti cialtroni di merda avrebbero parlato)

Una cosa è certa, Jar Jar s'è caricato appresso un mignottone della madonna (la figlia della locandiera)e se ne è tornato in albergo con la sua maserati quattroporte limited ediscion con sedili in vera pelle di Wookye.

mentre io sono riomasto tutta la notte fuori, a congelare in bianco.

sarei rimasto volentieri solo ma mi si è azzeccato uno strano tipo verde, uscito dal boschetto accanto alla locanda che ha cominciato a parlarmi di forza, di sforzo con tanto di sonori esempi del discorso che mistava facendo...

si si si chiamava Joda, era un rompicoglioni e pretendeva di giudicare saggiamente tutto ciò che vedeva a cazzo suo.

che stronzo...

PS
però quando Jar Jar è uscito dalla locanda con il mignottone, cazzo se ha bruscato!!! (era verde dall'invidia, vecchio nanetto ragno)

22 aprile, 2006 16:44  
Blogger astrosio said...

e io dovrei crederti? secondo me ti sei sognato tutto e niente di ciò che hai scritto è vero. forse. non solo non sono sicuro che sia successo, ma non sono sicuro neanche di pensarlo. boh...

22 aprile, 2006 17:52  
Anonymous Niccolò I&I said...

L'altra sera ho incontrato Yoghurt, e mi ha detto di salutarti! Non sapevo fosse amico anche a te... com'e' piccolo il mongo!

26 aprile, 2006 09:31  
Blogger astrosio said...

il mongo è piccolo quanto il buco del culo di un criceto. maschio. eterosessuale.

26 aprile, 2006 12:08  

Posta un commento

<< Home