lunedì, gennaio 30, 2006

poteri della mente



l'uomo sfrutta solo una piccola percentuale del suo cervello.
per esempio, per muovere gli oggetti usa le mani invece del cervello.
e questo non mi sembra giusto.
per esempio gli oggetti si muovono per colpa della forza di gravità, ma non per la forza del cervello.
questo lo trovo estremamente discriminante.
che ha la forza di gravità più del mio cervello?
che ha fatto il mio cervello per essere tanto discriminato?
il vero problema, signori, è che gli oggetti sono razzisti.
più pesanti sono, più sono razzisti.
certe volte sono così pesanti (e quindi razzisti) che servono degli strumenti potentissimi per muoverli.
certo, per dire proprio tutta la verità, in questo contribuisce la stupidità degli uomini che costruiscono oggetti pesanti o li vogliono spostare.
perché, se un oggetto è troppo pesante, non ci limitiamo a ignorarlo?
perché costruiamo in continuazione oggetti troppo pesanti?
ce lo siamo mai chiesti? no? e allora perché poi ci lamentiamo.
se si decidesse da un giorno all'altro di ignorare gli oggetti pesanti (e quindi razzisti), si risolverebbe gran parte del problema posto in questo post.
se di decidesse, per esempio, di non costruire più muletti, allora ci sarebbero un mucchio di oggetti pesanti che sarebbe quasi impossibile spostare.
resterebbero semplicemente lì, fermi, da soli, ignorati da tutti. e forse, a poco a poco, con il passare degli anni, diventerebbero più leggeri.
e l'uomo non dovrebbe fare altro che aspettare.
è tutta questione di pazienza, alla fine.
se gli uomini si tramandassero di generazione in generazione il compito di aspettare che un oggetto diventi leggero, gran parte dei problemi che scaturiscono dalla pesantezza degli oggetti, verrebbero risolti.
certo, non è compito facile, né è facile tramandare di generazione in generazione conoscenze di questo tipo.
quindi, si dovrebbe formare un nucleo di persone che prendano coscienza del problema del grave, istruirli, indottrinarli, e farne una sorta di casta sacerdotale che possa alla fine fare in modo che il tutto si risolva. alla fine dei tempi o all'avvento dell'apocalisse, o di una apocalisse.
si potrebbe arrivare a pensare, non senza ragionevolezza, che quando l'uomo avrà compiuto questo processo, sarà in grado di volare.
tutti i cieli saranno pieni di piccoli superman.
e quando giungerà l'apocalisse, manderemo chiuso in una navicella, un rappresentante della nostra specie alla deriva nello spazio.
arriverà prima a smallville e poi si trasferirà a metropolis sotto mentite spoglie.
no?

5 Comments:

Anonymous Anonimo said...

ho deciso di ignorarti e questo farà di me un uomo libero... o per lo emno un supermen!!!

30 gennaio, 2006 10:43  
Anonymous Anonimo said...

che palle mi dimentico sempre di firmare... perchè non metti una cosa che mi firma da sola...trovo questo tuo comportamento discriminante nei mie confronti!!! Preparati, ti denuncerà presto al tribunale di parma!!!
PG

30 gennaio, 2006 10:44  
Blogger astrosio said...

caro emno,
_chi_ mi denuncerà al tribunale di parma?
a parte questo, brutto gappista tecnologico che non sei altro, se ti fai un account a blogger.com, la firma compare automaticamente.
e per concludere, ti discrimino solo perché tu mi sputi in faccia.
ma comunque ti voglio tanto bene e ti considero un vero amico.

30 gennaio, 2006 11:08  
Anonymous ilariar said...

E con questo post sulle cose pesanti e i muletti ti sei fatto beccare! Ora s'è capito che fai il magazziniere all'Esselunga.

30 gennaio, 2006 12:58  
Blogger astrosio said...

porca puttana. la copertura è saltata. ora mi tocca cambiare lavoro.

30 gennaio, 2006 13:05  

Posta un commento

<< Home