venerdì, gennaio 20, 2006

cento polpi di Smazzola - parte 3

caro diario,
oggi X mi ha fatto un regalo molto particolare. si tratta di una semplice, semplicissima frase. o meglio, siccome è il pensiero quello che conta, allora io ho apprezzato più la frase di tutto il resto. giuro. mi ha detto: "comprati quello che vuoi". e mi ha passato una busta da lettera, ma dentro non c'era una lettera. io mi sono mostrata sorpresa e gli ho chiesto spiegazioni. allora lui mi ha detto che ho una personalità troppo particolare ed è difficile farmi un regalo.
insomma, questa volta X non mi ha regalato un fiore. e io ho apprezzato molto la sua sensibilità e le sue parole. e l'ho premiato.
infatti gli ho permesso di scavare nei punti più nascosti di me stessa.
non mi ero mai aperta con nessuno come con lui.
ma lui ha trovato le parole giuste. probabilmente.
certo, aprirmi così tanto è stato doloroso. soprattutto perché aprirsi in punti che non avevo mai aperto, mi ha fatto male. ma è servito. ora mi sento un po' ancora dolorante, ma arricchita.

3 Comments:

Anonymous barynia said...

Trovo l'atteggiamento di X molto sensato.

21 gennaio, 2006 13:37  
Anonymous Anonimo said...

Astrosio sei un porco... io che sono un vetero catto comunista praticante non ti leggerà mai più...

Card. Ruini

23 gennaio, 2006 09:23  
Blogger astrosio said...

noooooooooooooooooo, cardinale la prego (e non è poco...), non dica questo! era solo un gioco una butad. non ho detto putad... cioè non... no! aspetti... che cazz... NO! CIOE'! PER LA MADON... ehm... per la madonna... hip hip hurrà!!!

23 gennaio, 2006 10:04  

Posta un commento

<< Home