martedì, agosto 22, 2006

moti ondosi



quanto mi piace a me di fare le parole crociate.
perché scopri che ci sono parole che ti piacciono e parole che non ti piacciono.
a chi non piace rispondere per esempio che il colore del danubio è blu?
mentre invece se devi scrivere “elettori”, ti fa schifo.
perché ci sono poche cose al mondo più brutte che votare. in quanto tutto si è trasformato in un orrendo mercimonio di gente sudata e interessata che vomita sulla sua dignità e su quella degli altri.
Ci piscia, ci caca, ci rutta e ci scoreggia sopra.
all’inizio no, votare era una cosa bella, una conquista. ma mo si è trasformata in una cosa di merda.
ma è l’umanità che va così: sale, arriva all’apice, poi comincia scendere, tocca il fondo e poi risale.
come le onde del mare.
e se noi possiamo fare questa similitudine osservando i moti ondosi, forse c’è qualcuno di cui non sospettiamo l’esistenza che osserva l’umanità e si diverte a vederla muoversi come le onde del mare.
che salgono, scendono, si infrangono, e poi risalgono, scendono e così via.

p.s. la foto a corredo è di roccoloturzo, scattata dalla macchina in corsa di astrosio.

5 Comments:

Blogger La GraCe said...

astruso&arguto

23 agosto, 2006 12:29  
Blogger astrosio said...

con una percentuale di slittamento dell'otto per cento.
non so perché, mi è venuta così.

23 agosto, 2006 13:02  
Blogger La GraCe said...

per le slitte se ne parla a dicembre caro

23 agosto, 2006 16:23  
Blogger astrosio said...

ci sono slitte e slitte. e anche questa.

23 agosto, 2006 21:10  
Anonymous Anonimo said...

anch'io lo sospettavo, da un po' di tempo. e chissà quanto si diverte...come mia nonna tutti i casini di beautifull...come mio nipote tutto quel sangue!

fiorella

15 settembre, 2006 09:29  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home