lunedì, febbraio 27, 2006

la morte


la morte è la cosa più astrusa del mondo.
un momento prima di morire uno è ancora vivo.
il momento dopo no.
cioè non ci sei più e con te muore tutto quello che c'è intorno.
niente più parenti, amici, nemici, cose, case, città, animali, piante, fiori e frutti.
non si può fare più quel gioco lì, nomi, cose, città...
ma non è l'unica cosa che non si può più fare.
ci sono molte altre cose che non si possono fare, da morti.
ma ci sono altre che si possono fare. per esempio imputridire e concimare il terreno.
fare crescere con i propri umori piante, fiori e frutti.
nutrire qualche vermetto.
stare fermi immobili chiusi in una cassa.
insomma, se non ci si lascia abbattere dalla nuova condizione, da morti c'è il modo di passare il tempo.

10 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Mi spiace ma stavolta ha toppato mio caro astrosio, la morte è la cosa più lineare che c'è... è la vita ad essere astrusa, prima non c'è poi c'è poi diventa embrione e non si sa che è, poi sta per andarsere e allora una si opera e c'è di nuovo e poi non c'è più per davvero!!!

hai sbagliato... spero che il tuo ego ne risulti compromesso!
PG
ps ho visto una tua foto... non sei nemmeno tutto sto bel tomo!!!

27 febbraio, 2006 13:35  
Anonymous Anonimo said...

è vero è vero...niente di che

27 febbraio, 2006 14:33  
Blogger astrosio said...

questi sono attacchi personali.
ve la prendete con me perché sto qui a dirvi le cose vere, e la vertià vi fa male, lo so.
poi, se non capite e non immaginate la mia bellezza, è perché siete esteticamente ignoranti.
io sono bellissimo.
e sulla morte ho ragione.
chi non la pensa come me, ha torto.

27 febbraio, 2006 15:17  
Blogger kiarayuki said...

ca..o! per lasciarti un commentino mi e' toccato aprire un blog!!! ma ti sembra giusto?!!! L'ho intitolato "noncicapisconamazza".. vabe' passiamo oltre: mi piace molto il tuo blog, sei simpatico, per cui... DAI!! vieni qui nel LUOGO DELLA PERDIZIONE! cioe' a VIAREGGIO! Qui da noi per un mese intero festeggiamo il carnevale alla grande! le feste di cui si parla sul mio blog sono i rioni. Veramente imperdibili! i prossimi sono stasera, domani, poi venerdi' sabato e domenica. Ti aspettiamo! Amico astruso! ps:anche altri ti hanno risposto sul mio blog! Sei rimasto simpatico! http://kiarayuki.splinder.com

27 febbraio, 2006 17:27  
Anonymous ilariar said...

IO non è che ti odio Astrosio! Ma che vai farneticando? Non sono passata di qui perchè ultimamente ho avuto da fare i miei cazzi. Ebbene sì, costuisco dildi in pvc di contrabbando. Ma non tenere il muso, sciocchino!

28 febbraio, 2006 12:14  
Anonymous Niccolò I&I said...

Ilaria, ti consiglio io il bisnes del futuro: vendere su internet degli strap-on fatti di merda surgelata. Io sono diventato multimiliardario cosi'. All'inizio puzza, ma poi non ci fai piu' caso. E coi soldi guadagnati ti compri montagne di scorie radioattive con cui irrigare coltivazioni e falde acquifere del terzo mondo, a nome di Bono Vox.

28 febbraio, 2006 12:44  
Blogger astrosio said...

non mi odi dici? ma se ogni volta che vieni qua mi insulti e mi sputi? spargi in giro le mie foto dicendo che non è vero (ah,ah,ah!) che sono bellissimo.
denigri la mia persone in ogni dove e in ogni quando.
sialacqui il mio partimonio.
mi sporchi i vestiti stesi alla finestra con pallottole di terra impastata con la birra.
spedici lettere anonime a mio nome alle autorità.
e altre ancora avrei da dirne. ma mi fermo qui. in quanto.
segui piuttosto il consiglio dell'ottimo niccolò. magari la finisci di infrangere la morale cattolica.

28 febbraio, 2006 13:14  
Anonymous Anonimo said...

basta attaccare quest'uomo!!

28 febbraio, 2006 15:15  
Blogger astrosio said...

non ne posso più di queste accuse infamanti. grazie anonimo. tu sì che mi capisci!
(anche se credo che tutto ciò nasca dall'invidia per la mia bellezza.)

28 febbraio, 2006 16:53  
Anonymous ilariar said...

E' inutile che ti fai i commenti anonimi da solo in cui ti auto difendi e ti auto incensi. Che direbbe Darwin di fronte a tutto questo? Vergognati Astrò.
Ps: tvb

28 febbraio, 2006 23:29  

Posta un commento

<< Home