martedì, marzo 21, 2006

post poetico


vi siete mai soffermati a pensare alle unghie dei piedi tagliate? che fine fanno? dove le porta il vento degli eventi? c'è secondo voi al mondo uno che si preoccupa di questo a livello scientifico?
l'unghia del piede, una volta tagliata, viene dimenticata, abbandonata. spazzata via.
come mille altre cose a questo mondo. fanno la stessa fine. come i ricordi ad esempio.
i ricordi sono un'altra cosa molto astrusa.
mi vengono i brividi quando mi ricordo dei ricordi.
che cazzo sono i ricordi?
perché ci ricordiamo?
dove cazzo sta scritto che ci dobbiamo ricordare?
eppure lo diamo per scontato, e ce ne dimentichiamo, lo mettiamo da parte. come la cacca. la facciamo tutti i giorni ma poi cerchiamo di non pensarci più.
mille volte al giorno l'uomo dimentica l'astruso che è nel mondo.
dai, i ricordi non hanno proprio senso.
la verità è che il passato fa cagare.
sempre e comunque.
i ricordi sono cacca.
scorie.
escrementi.
residui.
mortacci loro.
chi vive di ricordi e' un minchione.
cosi' chi rimpiange gli anni 60 70 80 90 eccetera.
infatti mi stanno sul cazzo i revival.
fanno cagare.
mortacci dei revival.
va bene, dico io, ricordiamoci, è inevitabile; ma stiamoci attenti che non ci possiamo nutrire di ricordi, come non ci possiamo nutrire di merda. anche se alcuni lo fanno. in un caso e nell'altro.
c'è gente infatti che mangia la merda.
e c'è gente che vive di ricordi.
più o meno è la stessa cosa.
ricordiamoci del passato, ok, ma poi tiriamo lo scarico.
puliamoci il culo per bene e alziamoci dal cesso.
comincia un altro giorno.
è primavera.

10 Comments:

Anonymous Anonimo said...

MOOOOOOOOOHHHHHHHCCCCCCC!!!!!

RL

21 marzo, 2006 09:21  
Anonymous Anonimo said...

mi ricordo che un tempo non eri così!
PG

21 marzo, 2006 09:40  
Blogger astrosio said...

maledetto...

21 marzo, 2006 09:47  
Anonymous Anonimo said...

quanta speranza in tutto questo ... mi ricordo che una volta ero proprio così!!

z.

21 marzo, 2006 10:51  
Blogger astrosio said...

sii maledetto anche tu, zorro!

21 marzo, 2006 11:06  
Anonymous Anonimo said...

Solo ora ritrovo parole e fiato dopo cotanta poesia...

è che non posso venire da te nei prossimi giorni....

Sennò ti portavo un mazzo di cozze pelose fresche fresche di Polignano a Mare

Sei un maestro!!

Tuo devoto
RL

21 marzo, 2006 12:55  
Anonymous Cellar Dweller said...

Io le unghie me le mangio, così anche i ricordi. Ne consegue che cago unghie e memorie passate.

21 marzo, 2006 13:37  
Blogger astrosio said...

rocco, tanto le cozze ormai le hai promesse. e' inutile accampare scuse. ma si dice veramente "accampare" scuse? bha... a me m'è venuto a orecchio... accampare scuse... bah...

cellar, hai riassunto magnificamente. d'altra parte si capiva subito che c'era intesa.

21 marzo, 2006 15:05  
Anonymous Cellar Dweller said...

astrosio dixit: "d'altra parte si capiva subito che c'era intesa"
Quindi non mi resta che il suicidio!

21 marzo, 2006 15:50  
Blogger astrosio said...

si. ma prima mangiati un chilo di merda. tanto poi muori. che te ne frega? almeno ti fai un'idea.

21 marzo, 2006 17:04  

Posta un commento

<< Home