giovedì, maggio 04, 2006

e che devo aggiungere?


p.s. no, niente. tutto è superfluo.

12 Comments:

Anonymous rocco loturzo said...

bellissimo..
ma non avevdi detto di odiare i bigliettini da visita?

04 maggio, 2006 16:26  
Blogger astrosio said...

questo è uno stemma araldico, coglione.

04 maggio, 2006 18:20  
Anonymous rocco loturzo said...

Uno stemma araldico?
eccheccazzo centra sto stemma araldico sul tuo bigliettino da visita?

Coglione!

04 maggio, 2006 18:24  
Blogger astrosio said...

nulla.

04 maggio, 2006 18:25  
Anonymous diderot said...

http://www.stefanianobile.it/blog.asp?IDCategoriaBlogSel=1

04 maggio, 2006 23:04  
Anonymous Cellar Dweller said...

Chi ti ha dato il permesso di usare lo stemma della mia casata?

04 maggio, 2006 23:46  
Blogger astrosio said...

diderot: la nobile ha fatto della vendita di fumo un'arte.

cellar: ti invidio da morire.

05 maggio, 2006 05:21  
Anonymous Rocco De Loturzis Y Azevedo said...

Sulla necessità dell'adozione di simboli Araldici, all'alba della seconda repvbblica, e del terzo Millennio.

Oggigiorno, la pratica simbolistica dell'identificare con una effigie araldica la propria genealogia, è pratica desueta.

Purtuttavia è palese il rinvigorirsi di un forte sentimento di ritorno alle origini, che si manifesta attraverso la spasmodica ricerca di elementi storici e raffigurativi che riportino alla luce la propria appartenenza ad una nobiltà di altri tempi.

Spesso malinterpretato come gesto monarchico o anacronistico, l'uso e la proposizione di una effigie araldica a rappresentazione del proprio cognome è sempre più frequente ed accettata anche nelle classi sociali intermedio/borghesi, seppure sempre meno numerose, ma trova spesso adepti nelle classi sociali proletarie, che si identificano in un simbolo nobiliare, e che paradossalmente si giovano di questa pratica per corroborare le proprie tesi socio politiche.

Lo stemma in questione, riportato alla luce dal esimio Astrosio, rinnova questa succitata pratica con entusiastico vigore, ed eleva lo stesso a sommo rappresentante della stimatissima casata.

Prof. Rocco De Loturzis Y Azevedo
Docente di Silifidicomania e praticità di campo presso la Regia Università di Tubinga

05 maggio, 2006 11:49  
Anonymous ilariar said...

Uno stemma araldico? Ma se lo vede anche il maiale che è una fisc del casinò di Montecarlo! Quanto siete gnoranti.

05 maggio, 2006 15:18  
Blogger astrosio said...

ilaria, hai scoperto le carte.

rocco, smettila una buona volta di insinuare. e cerca invece di specchiarti.

05 maggio, 2006 22:26  
Anonymous rocco loturzo said...

Specchiarmi?
ogni volta che lo faccio.. rifletto...

e ciò non è bene....

Rocco

06 maggio, 2006 12:11  
Blogger astrosio said...

"e questa è bella!"

g. galeazzi
(quando commentava il tennis, fra un respiro affanso e l'altro.)

06 maggio, 2006 22:05  

Posta un commento

<< Home