mercoledì, ottobre 11, 2006

numeri


i numeri in genere si dicono pari o dispari.
ma ci saranno vie di mezzo?
e non penso ovviamente ai numeri con la virgola.
perché anche quelli sono pari o dispari, alla fine.
insomma, il problema sarebbe questo. se il numero indica una quantità o una posizione, in che modo è mai possibile che fra un numero e un altro non ci sia lo spazio per un altro numero?
e, mutatis mutandi, in che modo è mai possibile che fra le due categorie, pari e dispari, non ci sia una categoria intermedia?
bah.

17 Comments:

Anonymous Anonimo said...

guarda, la soluzione è molto semplice: è come Maschio o Femmina: tutte stronzate; è chiaro che in mezzo ci stanno anche i bisex. Un po'di qui, a volta di là. E'che non godono della stessa visibilità né hanno un nome altrettanto categorico...Certo che esistono dei numeri che non sono né pari ne dispari in assoluto, vorrei vedere!
ad esempio 1. metti di avere 1 pacchetto di Fonzies. E' pari se lo mangio insieme a Rocco sul molo, è dispari se lo nascondo sotto la gonna e me lo mangio dopo quando lui va a pisciare. Ovvio, no?

f.

11 ottobre, 2006 18:22  
Blogger astrosio said...

e quando è un po' pari e un po' dispari. mica l'ho capito.

11 ottobre, 2006 18:30  
Anonymous Anonimo said...

quando io prima sul molo divido il mio pacchetto di Fonzies con Rocco, poi mi accorgo di quanto le sue mani sono zozze, gli chiedo se le ha lavate dopo essere andato al cesso a fare la cacca, lui mi risponde di no, e allora quell'ultima metà di F. decido di mangiarmela da sola perché è già tre volte che mi attacca la salmonella.

ora hai capito?

11 ottobre, 2006 18:36  
Blogger astrosio said...

sì certo. certo. certamente... insomma... penso... forse no... no, non ho capito, ma va bene lo stesso. apprezzo la tua disponibilità.

11 ottobre, 2006 18:41  
Anonymous Anonimo said...

astrosio, è lapalissiano...mi stupisci!

f.

11 ottobre, 2006 18:43  
Blogger La GraCe said...

astro che numero c'è tra me e te?

11 ottobre, 2006 20:03  
Anonymous Anonimo said...

bella domanda, la grace. siamo tutti (pluralis maiestatis) curiosi di saperlo.

f.

11 ottobre, 2006 20:28  
Blogger Nannarell said...

La risposta te la dà la musica:
C'è il numero 1 poi il 1# (diesis) o 2 bemolle (che suona uguale ma si chiama in due maniere diverse (la bisessualità di f.)poi il 2.

Tra due numeri la distanza è di un tono....(forzato, non volontario, ma questa è un'altra questione)...i numeri a distanza di un semitono, 1 a 1# a 2, ecc... (mi segui ancora?), sono quelli un pò dispari o pari a seconda, che cercavi...

Ho deciso

11 ottobre, 2006 21:19  
Anonymous Anonimo said...

mi sono appisolata sul divano e ho sognato Mozart che in sogno mi ha detto che 1# è assimilabile in tutto e per tutto a un decimale tra l'1 e il 2. Approssimando (temperamento equabile) è circa l'1,5.
Il numero che non è né pari né dispari, ha voluto precisare Wolfango, è lo 0. Infatti se esce lo zero alla roulette, ha continuato, non vince né il pari né il dispari.

sogni d'oro

f.

11 ottobre, 2006 21:52  
Blogger Nannarell said...

Lo zero è il silenzio, come suo nome indica...

11 ottobre, 2006 22:00  
Blogger Nannarell said...

E poi lo zero è pari...

Dormi va....

11 ottobre, 2006 22:01  
Anonymous Anonimo said...

e anche se forse non si direbbe è il mio numero preferito.

f.

11 ottobre, 2006 22:11  
Anonymous Anonimo said...

e comunque non prendertela con me, lo ha detto Wolfango!


sogni d'oro


f.

11 ottobre, 2006 22:29  
Blogger astrosio said...

ragazze, mi commuovete.
(nannarell, grandissima l'analogia fra musica e matematica.)

12 ottobre, 2006 01:06  
Anonymous Rocco Loturzo said...

Guardi che io ci tengo all'iggiene ad alla cura della mia persona!!!

quando faccio la cacca io mi pulisco bene bene, e mi faccio pure il bidet perchè il medico della mutua mi ha detto che il governo nelle ultime due leggi finanziarie tasserà i tarzanelli!

Con un groppo al quore, ed il braccio teso con un pugno minaccioso verso Roma,
ho gridato: "maledetti comunisti!!"

Quindi con le cesoie nell'altra mano ho potato quanto di più intimo avevo prodotto negli ultimi anni e con affettuosa commozione li ho giettati al mare in segnio di lutto!

Ora non mi ricordo se poi le mani me le sono puro lavate,
ma questa apparte che è un altra storia, ma poi io nell'alfetta ciò le salviettine umidificate!

eccheccazzo!

Rocco Loturzo

PS
non dire le buggie: se sul molo ti fossi nascosta i fonzis sotto la gonna a quest'ora non lo stavi neanghe arraccontare!!

12 ottobre, 2006 09:11  
Anonymous Anonimo said...

questa mattina mi sono appisolata sull'autobus e mi è apparso in sogno Leibniz, il quale mi ha detto che zero e 1 sono numeri banali soltanto in apparenza. E' ovvio infatti che se consideriamo che zero è uguale a due volte zero, o che è divisibile per due, o ancora che è un multlipo di due, di dubbi non ce ne stanno. Ma, ha continuato costui, quando consideriamo la fattorizzazione, zero non è né un numero primo né un numero composto, e pertanto, così come 1, andrebbe considerato come un numero a sé. Leibniz ha voluto infine ribadire che lo zero è un numero INQUIETANTE.

non prendetevela con me,

f.

12 ottobre, 2006 10:38  
Blogger astrosio said...

grandissima fiorella.
bisognerebbe fare una serie di post appositi sull'argomento.
credo che i numeri siano una delle cose più astruse esistenti. e inesistenti. tanto è uguale.

12 ottobre, 2006 11:05  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home