giovedì, ottobre 12, 2006

parole sante - la natura

ogni territorio possiede dei tesori naturali che dovrebbero essere considerati come tali e trattati adeguatamente, ed è compito delle organizzazioni ambientaliste combattere per la tutela di questi luoghi speciali. una parte consistente di queste organizzazioni ha perso di vista il suo fine, che non consiste nell’alleviare la povertà o nel promuovere lo sviluppo sostenibile. il loro scopo è salvaguardare i tesori naturali. cosa dovremmo fare? invitare i senzatetto a prendere alloggio al metropolitan museum o nel taj mahal? si tratta di tesori culturali, e il discorso vale per la piana del serengeti, per l’ ANWR*, per i vulcani di virunga, che ospitano i gorilla di montagna. alcune organizzazioni ambientaliste sostengono che alla gente del luogo dovrebbe essere riconosciuto il diritto di gestire le proprie riserve e farne l’uso che vuole. la trovo un’assurdità bell’e buona! la cosa davvero preoccupante è che non pensiamo alla natura. parliamo delle risorse naturali come se ogni cosa al mondo avesse un prezzo. ma non si possono comprare i valori spirituali al supermercato. ciò che eleva lo spirito – una foresta secolare, le acque limpide di un fiume, il volo dell’aquila, l’ululato del lupo, quiete e spazi senza automobili – sono i valori intangibili. sono questi i valori che la gente cerca veramente, ciò di cui abbiamo veramente bisogno.
Arctic National Wildlife Refuge*

George Schaller, Biologo del Wildlife Conservation Society

7 Comments:

Anonymous Rocco Loturzo said...

Ma ci sono i chioschi che vendono i panini e le birre?

perchè si può organozzare una gita in questi luoghi con annesso pic nic arrosto alla brace ed una bella "passatella"...

io ci metto pure la benzina perchè all'alfetta ci ho mondato l'imbiando a'ggass

chi vuole venire?

PS
PG: maccheccazzo di quesiti ti poni? un uomo vero non buò dichiarare amicizzia ad un altro uomo, perchè poi lo potrebbero scambiare per un numero diverso dal cromosoma doppioY (il mio)

12 ottobre, 2006 09:15  
Blogger astrosio said...

dichiarare amicizzia? non si scrive così. si scrive: "asgagafjkaj ashasdjhfas".
questo tanto per fare sfoggio di cultura.
a proposito, a foggia si sfoggia?
AHAHAHAHAHAHAHAHA!

12 ottobre, 2006 09:18  
Anonymous Anonimo said...

ci stavo riflettendo giusto ieri leggendo l'ultimo numero di Airone, che non ha niente a che vedere con la compagnia aerea né, pertanto, con il nostro PG.
un saluto caro
f.

12 ottobre, 2006 10:44  
Anonymous Anonimo said...

Rocco, tesoro, non so cosa siano i tarzanelli ma avresti dovuto regalarmeli, li avrei custoditi con infinito amore!

f.

12 ottobre, 2006 10:54  
Blogger astrosio said...

riflettere è sempre giusto.
anzi, non sempre.
diciamo qualche volta.
(in questo caso per esempio.)
anzi, ogni tanto.

12 ottobre, 2006 11:10  
Anonymous Rocco Loturzo said...

sniff sniff,
come sei tenera...
ti prego non aggitiamo il coltello nella piaga per questa mia grave perdita...

I tarzanelli,
apparte che potresti ciercare con gugl e..vabbè,

i tarzanelli sono dei piccoli esserini che si dondolano sulle liane..

ora, è risaputo che gli uomini dalla natura ed aspetto villoso posseggono tanti peli (liane)

tale ricco tesoro, situato un po più in basso del fondoschiena, ogni qual volta ci si ritira quotidianamente in bagno per riflettere sulla giornata che verrà e sul di appena concluso, tende a crescere, e man mano che il tempo passa i tarzanelli crescono...accompagnando allegramente la tua giornata!!

ma adesso non ci sono più e li ho donati al mio grande amore, il mare, che li custodirà affettuosamente per sempre

12 ottobre, 2006 11:40  
Anonymous Anonimo said...

Roccco tesoro, in questo caso ti perdono, perché anch'io tra te e il mare non saprei dove buttarmi. Vi amo entrambi alla follia.

ps. mi regali il tuo boccaglio rosicchiato che me lo metto come ciuccio per dormire?

f.

13 ottobre, 2006 08:12  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home