domenica, marzo 18, 2007

pg scrive - pentoline


pg ci insegna un gioco di altri tempi, quando ancora non c'erano internet e i videogiochi, e le bambine grasse spadroneggiavano e rompevano i coglioni.

Pentoline.: da 1 a N giocatori; da 1 a 116 anni
Occorrente: ragazzina cicciona scassamaroni che si presenta a casa vostra tra le 6 e le 9 del mattino con una busta azzurra del fruttarolo piena di pentoline. (se non si possiede la busta del fruttarolo vanno bene anche le buste bianche quelle che fanno un bordello tremendo quando le accartocci)Svolgimento: la cicciona, dopo aver svuotato fragorosamente le pentoline sul pavimento, con voce querula stabilice l'ordine del giorno assegnando compiti e mansioni. Si sceglie se cucinare un primo o un dolce, nella maggior parte dei casi si opta per entrambi dividendosi i compiti, salvo poi fare tutto la grassa Michela perchè vostra sorella non dimostra altrettanta abnegazione nel girare il souffle (ma che cazzo c'avrà da doversi girare sto soufflè... che mia mamma lo mette in forno e festa finita e invece la cicciona rompe i coglioni a tremila perchè va girato con cura, mha!!!). Il fratellino minore giudicato incapace dovrà fare la parte del bambino che assaggerà e commenterà la bontà del preparato, e alla fine sarà costretto ad ingurgitare quantità di fango e graniglia superiori a quelle consentite dalla legge. Il tutto mentre il fratello della cicciona, tal "occhialuto", girerà per il cortile in pigiama bestemmiando in marchigiano nel tentativo di picchiare le galline con un bastone. Ecco tutto e... Buon divertimento!!!

5 Comments:

Anonymous Penelope said...

ah le pentoline!ricordi dei bei tempi in cui anch'io ero una bambina cicciona...

18 marzo, 2007 18:10  
Blogger astrosio said...

eccola! abbiamo trovato la colpevole!

18 marzo, 2007 19:56  
Blogger Winterskin said...

O.T.
astro', io diciamo che ti voglio anche bene (no, dare non te la do' quindi non chiedere neanche) pero' insomma, il sunto sarebbe: "tu pero' non aizzare zizzagne" ...e se vuoi puoi coreggiare anche questo...certo che essere imperfetta mi fa sentire cosi' divina!

18 marzo, 2007 22:06  
Blogger astrosio said...

divina nel senso di divinità o in un altro senso che non oso immaginare e che forse non esiste? no, perché una battuta funzionerebbe al maschile; al femminile purtroppo salta il doppio senso. mannaggia la miseria!

19 marzo, 2007 07:29  
Anonymous la verità said...

a povero!
quattro commenti sò pure troppi
e me dispiace che devo fà nummero
leccamelepalle

22 marzo, 2007 05:19  

Posta un commento

<< Home