martedì, giugno 12, 2007

pugni sul braccio

Io scriverò un libro che parla di pugni sul braccio. Ma non lo pubblicherò.
State camminando placidi dopo aver pranzato al ristorante. A Roma. Belle strade, bel sole… entrate in un bar, vi prendete un caffè… continuate a camminare… col sole in fronte… arriva uno e vi tira un pugno su un braccio (non un pugno forte, quasi un buffetto). E se ne và. Mi è successo veramente. Ho seguito con lo sguardo l’assalitore per capire se magari si fosse trattato di una di quelle coincidenze assurde per cui incontri uno che conosci in una metropoli. Ma non lo conoscevo per niente. Era proprio uno sconosciuto. Sì ok magari era un matto. Ma non c’entra un cazzo. È stato un bel momento. Astruseria applicata. Un momento che dimostra cioè che nella vita può succedere che un perfetto sconosciuto per la strada vi tiri un pugno su un braccio. Lewis Carrol, per scrivere un romanzo realista, se avesse scritto di pugni sul braccio, nessuno gli avrebbe dato retta. Pertanto si è inventato Alice, il coniglio bianco, il brucaliffo… tutte cose assurde. Da un punto di vista scientifico, proprio.

24 Comments:

Blogger Penelope said...

lo sconosciuto era un uomo? altrimenti potrei essere stata io.
Astrosio,perchè non provi anche tu a colpire gli sconosciuti? se non te la senti di tirare un pugno,puoi sempre dare loro dei calci sulle caviglie mentre sei in fila per qualcosa o sei sommerso dalla folla...te lo consiglio,può dare molta soddisfazione...

12 giugno, 2007 10:37  
Blogger astrosio said...

proverò a seguire il tuo consiglio, penè. comunque, sì, era un uomo. se no la inseguivo e mi presentavo. dicevo tipo cose: "hey, ciao, come ti chiami?"

12 giugno, 2007 11:19  
Anonymous Winx said...

T avrà sicuramente confuso con 1 altro! A me del resto... capita sempre!:DDD

12 giugno, 2007 11:40  
Blogger astrosio said...

mah... puo' essere. pero' io l'ho visto abbastanza deciso... ma chissà....

12 giugno, 2007 11:51  
Anonymous Anonimo said...

può anche capitare che una bella ragazza inchiodi la sua macchina, accosti la tua mercedes, abbassi il finestrino e volonterosa ti urli "Se vuole glielo prendo!"

ehm...a me è successo

12 giugno, 2007 13:11  
Anonymous titanus said...

Io proverò a sputare dal balcone di casa mia la gente che passa...secondo me, so'soddisfazioni.

12 giugno, 2007 14:01  
Anonymous marcolo said...

Al di là di tutto comunque,
secondo me ha fatto bene.

12 giugno, 2007 14:50  
Blogger astrosio said...

anonimo, sei ancora in contatto? no così per sapere... hai ancora oppure... ti va di prestarmi un giorno o due la mercedes? io c'ho la fiesta...

titanus, sono pienamente a favore dello sputare dal balcone gente a caso.

marcolo, ci vediamo in tribunale!

12 giugno, 2007 15:02  
Anonymous Anonimo said...

carissimo astrosio, come sai io non ho la mercedes!

12 giugno, 2007 15:06  
Blogger astrosio said...

anonimo omonimo?

12 giugno, 2007 15:09  
Anonymous Anonimo said...

no è che avevo notato un giovane cane di razza correre libero e felice lungo una strada... e poco più in là quel lento mercedes ....insomma volli offrirmi di riportarglielo....perlomeno tentare...solo che l'uomo al volante non era il proprietario...sgommai e fuggii via.

12 giugno, 2007 15:13  
Blogger astrosio said...

ah ecco! eri tu la ragazza!!! e che non avevo capito... sorry... o forse il primo commento anonimo l'ha scritto l'uomo della mercedes e vi siete incontrati qui per pura coincidenza?!!? eh? eh? eh?

12 giugno, 2007 15:14  
Anonymous rocco loturzo said...

uhmmm....
è un po' come quando ti trovi davanti ad una fila interminabbile di persone accodate in attesa che apra uno sportello....

che così all'improvviso, ti si rivolgano senza motivo e, in base alla loro tipologia di carattere:

a)
commentano genericamente la deriva istituzionale dell'amministrazione pubblica con fare benpensante di chi haimè si trova li e...deve subire

b)
ti scaricano addosso improperi, maledizioni, scomuniche, santi ed avi relative sempre alla deriva dell'amministrazione pubblica

c)
ti chiedono una penna

d)
ti fanno il terzo grado in un vagone di un treno qualsiasi

...

io personalmente preferisco il tipo che ti da un pugno e sparisce
anzi che culo quando ti capita uno di questi e non uno dei succitati

paranoia vuole che debba concludere tale intervento in modo allegorico ed attuale

forza ignioto dal pugnio sul braccio
facci sogniare, vai vai


Rocco Loturzo

12 giugno, 2007 15:18  
Anonymous luvncpg said...

cioè eri roma, il sole le strade etce e non mi hai manco offerto un calzone???

bastardo

12 giugno, 2007 15:20  
Anonymous Anonimo said...

no, no, nessun caso, ERO la bella ragazza!

cugina Ero

12 giugno, 2007 15:22  
Anonymous rocco loturzo said...

la mia gnioranza
unita alla culopesanteria
persevera nel npn mettermi nelle condizzioni di comprendere i vari schemi parentali e non insiti tra i partecipanti di questo blog

astro, non sapevo avessi un cane a roma

12 giugno, 2007 15:31  
Blogger astrosio said...

rocco, anche io ormai ho il mito dell'ignioto dal pugnio sul braccio. dovremmo fondare una religione.

luvecc., era due anni fa. tranquillo che se vengo a roma un panzerotto non ce lo toglie nessuno. e quando ci incontriamo ci salutiamo con un pugno sul braccio.

cugina ERO, ora tutto mi è chiaro. tutto il puzzle si ricompone. ho visto la luce... io ho visto la luce... IO HO VISTO LA LUCEEEE!!!

12 giugno, 2007 15:32  
Blogger astrosio said...

un cane?!?! a roma?!?!! MINCHIA MO' NON CI STO CAPENDO DI NUOVO UNA MAZZA!!! CHE CASINO!!! CHE BELLO!!!

12 giugno, 2007 15:33  
Anonymous LUVNCPG said...

Io c'ho la atos... ma c'ho in mente un piano gegnale... che tipo vado in uno di quei negozzi che ti fanno le scritte, e mi faccio scrivere "POR"
poi con la punta di un taglierino stacco la A dalla mia bella Atos e ci attazzo sopra il POR che mi sono fatto fare dal negozzio di scritte così c'ho una macchina fighissima... un po' rigata sul portellone di dietro, proprio all'altezza della scritta, come se qualcuno avesse grattato con un taglierino... ma veramente fighissima!

PS cerco finanziatori per questo progetto. Si chiamerà Progetto Portos, Marcolo vuoi fare il mio esperto di faundresing? Ti pago con un pago (alla pera) e ti presto la Atos!

12 giugno, 2007 17:34  
Anonymous Anonimo said...

Rocco piantala.
Ops!

12 giugno, 2007 17:42  
Anonymous rocco loturzo said...

PIANDALA....

e secondo a te io che faccio nel mio tembo libbero?

eppoi anghe io ciò un cuggino che ha un cane a napoli, ma non ha una macchian fighissima, cià la bravo millennoveggeitidì un po azzoppata.

però lui suona il rock duro in una bbend nei locali che la gente sfigata poi li va a vedere e li applaude pure

da qui a dire che uno deve incontrare per forza una tipa in un locale che ti dice offrimi uno sciampagnie da 300 sacchi che te la faccio annusare...

ce ne vuole

che significa tutto ciò poi...
rimane sempre arcano

sto cazzo di cano sembre in mezzo comincio a non sopportarlo

mentre mi scompiscio per le battute di una banalità così spicciola e scontata che quasi quasi mi faccio un kitkat

Morituri, Rocco ve Saluta

12 giugno, 2007 18:06  
Anonymous Morituri said...

Pure noi Rocco...

firmato
Li morituri tua!

12 giugno, 2007 18:29  
Anonymous Anonimo said...

hihihi...

12 giugno, 2007 18:34  
Anonymous il nonno di rocco said...

e de tu nonno in carriola

12 giugno, 2007 18:56  

Posta un commento

<< Home