martedì, luglio 24, 2007

Rocco, Astrosio e il Catamarano - I

Questa è la storia di Rocco, Astrosio e il catamarano. Che ora vado a narrarvi in tre puntate. Insomma, io e Rocco partiamo sul catamarano in una giornata di tramontana sferzante. E il catamarano va che è una meraviglia. Va benissimo. E' tutto splendido. Il Mare cristallino, il vento forte, il sole alto e splendente. E il catamarano va che è una meraviglia, velocissimo, sempre piu' veloce, sempre piu' veloceeeeeeeeeeee!!! E vai con la bolinaaaaaaaaa!!! Fiuuuuuuuuuuuuuuuuuu! (il catamarano che si impenna e prende il volo sulle onde) SBABABAM! (il catamarano che scuffia e Rocco e Astrosio che cadono in mare) Ora, dalle mie parti, costa pugliese, golfo di taranto, mar jonio, la tramontana porta al largo, verso l'Africa. E siccome c'era una corrente puttana quel giorno, eccoci noi al largo, in mare, con un catamarano scuffiato e la corrente che ci trascina lontani. Rocco allora fa tutte le manovre per tirare su il natante. Mentre la costa si fa sempre piu' piccola, piu' lontana. E le persone microscopiche cominciano ad affollarsi sulla spiaggia e a guardarci. Intanto, visto che io di vela non ne so un cazzo, io mi immergo per cercare di recuperare gli occhiali da sole che Rocco ha perso nell'impatto. E mentre io mi immergo, Rocco tira la cima dell'albero in piedi su un scafo per tirare su il catamarano. Ma niente. Il catamarano non ne vuole sapere di tirarsi su. In teoria il vento dovrebbe gonfiare la vela che fuoriesce appena dall’acqua, quando si tira su l’albero, e per forza d’inerzia raddrizzare il natante. Ma il vento era a raffiche, raffiche fortissime, ma sempre raffiche. E non era facile beccare quella giusta. E, intanto Rocco prova e riprova. E ci allontaniamo sempre piu' dalla spiaggia. Quasi rassegnati, stanchi, provati da vento, caldo e salsedine, per miracolo, in un estremo tentativo, Rocco tira... e l'albero, come spinto da una forza sovrannaturale, emerge dalle acque e dal mio punto di vista (in mare fino al collo) vedo l'albero rizzarsi e andare a colpire il sole proprio nel centro. Il bagliore sul metallo dell'albero finalmente nel suo elemento (in aria, e non in acqua), fu per me uno spettacolo meraviglioso, e non me lo dimenticherò mai. Rimontiamo sul catamarano e torniamo a riva festanti. Dove ci accoglie una piccola folla di gente che aveva seguito il tutto. Contenta del nostro ritorno ma anche un po' sfottente. "Stavamo per chiamare la guardia costiera..." dicono, con tono fra il preoccupato e la presa per il culo, ma noi nicchiamo. Che ce ne fotte. ‘Sti cazzi, ci siamo divertiti. E ridiamo. Ma era solo l'inizio, e l'incredibile era ancora da venire. E, badate bene, non ho inventato nulla finora e nulla inventerò in seguito. Lo giuro sulla trippa. E sapete quanto tenga io alla trippa. E se non lo sapete, ve lo dico ora: moltissimo.
- fine prima puntata-

Etichette:

18 Comments:

Blogger Kaishe said...

PRIMAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

24 luglio, 2007 08:05  
Blogger Kaishe said...

Ma che lupi di mare..........
Woooowwwwwwwwwwwwwwwww!!!!

E gli occhiali??? li hai poi recuperati??????

24 luglio, 2007 08:08  
Blogger astrosio said...

no. è stato il prezzo che abbiamo pagato al Mare. ma il Mare poi ci ha ripagati abbondantemente. come scoprirai nelle prossime puntate.

24 luglio, 2007 08:20  
Blogger STEFF 572 said...

Ehi zietto, che fai???? POSTI senza dirmi niente?????

Sai...., ogni tanto lavoro anch'io!

Non mi ricordavo che avesti un fisico così!!!

E comunque sono SECONDAAAAAAAAAAAA

24 luglio, 2007 08:25  
Blogger astrosio said...

sono o non sono l'uomo piu' bello del mondo come piu' volte ho specificato?

24 luglio, 2007 09:10  
Blogger STEFF 572 said...

Guarda zietto sei bellissimo.....
vorrei vederti dritto negli occhi, però.
Che palle sempre con quegli occhiali.

24 luglio, 2007 09:13  
Blogger astrosio said...

mandamailconfotochericambio, nipotina!

24 luglio, 2007 09:15  
Anonymous the flying Rocketman said...

caro astrosio,
conservo gielosamente il tuo manoscritto con questa storia!!

però in questa trasposizzione bloggaria hai mancato qualcosa...
che è stato il momento topico di questa prima parte!!!

dopo 3 quarti d'ora di tentativi nulli, stanchi ed abbastanza preoccupati, io mi sono avvicinato allo scafo e ti ho detto:

"astrò, tiriamo su sto cazzo di catamarano ed andiamocene!!"

e li eolo capì...

checcazzo di volo che faciemmo!!!
cheggiornata meravigliosa!!!

24 luglio, 2007 09:17  
Blogger astrosio said...

è vero. e non mi ricordo anche altre cose. non avendo a disposizion su sto pc il manoscritto. che poi anche se sul pc resta sempre un manoscritto.
visto che l'ho scritto con le mani sulla tastiera.

24 luglio, 2007 09:25  
Blogger Winx in love! said...

Ammappppppa ke GRAN FIGHI di mare ke siete!!!
Ma poi nn ho capito... il natante è ri-affondato con 15 clandestini a bordo, nel 2° capitolo, oppure no?:o

24 luglio, 2007 09:41  
Anonymous rocco loturzo said...

MA NOOOOOOOOOOOOO!!
MICA USIAMO IL CATAMARANO PER FARE CONTRABBANDO E GESTIRE LA TRATTA DEI DISPERATI...

Ho brevettato un mezzo apposito per queste attività!!

24 luglio, 2007 09:45  
Blogger astrosio said...

winx, oggi pomeriggio la seconda puntata ;)

24 luglio, 2007 09:54  
Anonymous Marco said...

E io che ho immagginato per un attimo che potevate raggiungere l'Africa. Vivere tante avventure come Alì babà e i 40 ladroni. Magari poi incontravate la Sirenetta e le facevate qualche domanda per me. Tipo com'è lì sotto............ infondo al mare.
E invece siete tornati sulla spiaggia e vi hanno preso per il culo. E ci credo!!!

24 luglio, 2007 10:53  
Blogger astrosio said...

quando leggerai il seguito, ti pentirai di quello che hai appena detto. non sull'africa. lì puoi anche avere ragione. ma sul resto.

24 luglio, 2007 10:56  
Anonymous Marco said...

Staremo a vederla

24 luglio, 2007 10:59  
Blogger astrosio said...

abbi paura. e non uscire in mare.

24 luglio, 2007 11:08  
Anonymous rocco loturzo said...

borghesucoli!
abbiamo appositivamende dotato il nostro bel catamarano di "rostri" per bagnianti troppo spiritosi, o incauti, o rompipalle che dirsi voglia..

ma prima del rostro abbiamo mondato il portabbirre estensibile telescopico da carico, perchè ci sembrava più consono

cuesta estate in più ho deciso che monterò sulle prue 2 cannoncini a sale per difenderci dalle aggressioni dei ricchiunazzi troppo focosi!!!

24 luglio, 2007 12:46  
Blogger astrosio said...

tipo "stefano per tutti"

24 luglio, 2007 12:59  

Posta un commento

<< Home