lunedì, ottobre 05, 2009

congetture


la congettura secondo cui una pista d'atterraggio non puo' essere usata come pane per bruschetta e' tutta da dimostrare. certo, seguendo il ragionamento si potrebbe arrivare a considerare che basta invertire i nomi e tutto si risolverebbe. del tipo chiamare bruschetta la pista di atterraggio, e viceversa. quindi si dovrebbe dire sgombrare la bruschetta, sta atterrando il volo eccetera eccetera. e quindi: stasera mi preparo una pista d'atterraggio all'aglio. comunque sarebbe solo un trucchetto da quattro soldi. chi ha veramente le palle e vuole dimostrare qualcosa, dovrebbe provare ad andare con uno spicchio d'aglio su una pista d'atterraggio, spalmarlo ivi, e provare ad addentare il tutto. questo dovrebbe fare un uomo assennato! ecco.

Etichette:

10 Comments:

Blogger NYY said...

Ti stai perdendo in congetture troppo astruse! Buona settimana

05 ottobre, 2009 09:14  
Blogger astrosio said...

buona settimana a te. e ricorda, non e' mai troppo. in generale. sempre e comunque.

05 ottobre, 2009 09:39  
Anonymous un indispettito Rocco Loturzo said...

senti,
una cosa del genere è impossibile!!
mi dispiace che tu possa essere l'artefice di simili asserzioni, ma la verità è che ciò che tu chiedi non si può fare.

e ciò per 2 semplici motivazioni la cui assenza nelle tue asserzioni francamente mi stupisce e non poco.

Innanzitutto la bruschetta a me mi piace ben condita, con abbondante olio extravergine di oliva ottenuto da produzione biologica attraverso procedure di premitura a freddo, con abbondanti pomodorini rigorosamente appesi (ti pennula) e non freschi, e quindi letteralmente ricoperta di foglie fresche di rucola appena raccolta.

davanti ad un tale ben d'Iddio io proprio non resisterei.

la seconda motivazione che mi induce a contestare caparbiamente il tuo asserito è la totale mancanza di igiene che, anche abbastanza palesemente, aggiungerei, vi traspare.

una pista di atterraggio è soggetta all'essre ricoperta di guano ed escrementi di volatili e quantaltro, il cui solo pensiero mi inorridisce.

Ove tale pista fosse dotata di consistenti protezioni, e quindi ricoperta da una tensiostruttura o altra protezione, che ne garantisca l'igiene, la tua congettura prenderebbe piede ed io per primo vi porrei atto.

in questo ultimo caso, però, un tale artefatto perderebbe totalmente ed iirrimediabilmente la sua peculiarità principale, per l'appunto l'essere propriamente una pista di atterraggio (come potrebbero atterrarvici gli aerei?), e quindi comunque verrebbe meno il tuo asserito.

ribadisco la mia succitata posizione, e cioè è impossibile addentare una pista di atterraggio condita (malamente) a mo di bruschetta, e ti esorto ad evitare in futuro l'esternazione di tali abominevoli, improbabili quanto impossibili congetture, il cui formale difetto di asserzione, implichi l'impossibilità di affermare appieno il mio status di uomo vero ed assennato.

cazzo!

05 ottobre, 2009 12:02  
Blogger astrosio said...

gentilissimo rocco,
trovo le sue obiezioni sensate. quasi, oserei dire, schiaccianti. quasi. infatti le sfugge la possibilita' di fare una pista di atterraggio di pane di altamura. certo, gli aerei magari non vi potrebbbero atterrare ma sai che bruschette? eh? eh? eh?

05 ottobre, 2009 12:14  
Anonymous Rocco Loturzo said...

caro Astrosio,
io ti amo!
ennommenefotteniente se il solito PG o qualche altro incauto avventore mi taccierà di ricchioneria.
(IO LO UCCIDO, CAPITO?)

ma l'immagine da te evocata è meravigliosa, e mi lascia senza ulteriori parole.

una pista di atterraggio di fumante, soffice, profumata e saporita mollica... che quando atterri, e ci puoi tranquillamente atterrare di culo, a bomba, di faccia, a capriole, carpiato, insomma come ti pare, ti da il più caldo e materno benvenuto nella tua terra di origine...
io..
io..
io sono, e mi sento uno sciocco!
per aver igniorato una tale visione ed aver criticato aspramente la tua congettura.

ti chiedo venia per quanto da me detto pocanzi, nel mio precedente intervento e con l'occasione ti chiederei di passarmi un altro po di sale per favore.

05 ottobre, 2009 16:38  
Anonymous Rocco Loturzo said...

Astrò..
hanno pubblicato i vincitori ufficiali del premio IgNobel.
quest'anno sono veramente tutti meritati!!
da vedere:
http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/09_ottobre_02/ignobel_prize_alessandra_carboni_83f6c37a-af3f-11de-8f80-00144f02aabc.shtml

05 ottobre, 2009 17:08  
Blogger Yossarian said...

Astros, devo smetterla di leggerti.

"Congettura" nella mia mente malata e' diventata "Con gettura" e a quel punto si sono spalancate le porte dell'inferno.

"Con chi eri?"

"Con Gettura"

"Cara Bina, ti Mando Lino. E' Morta Della"

"Rino c'e' Ronte!"

Astros, tu mi fai malissimo.

Dott Lo Turzo grazie per i link.

Ho avuto arresto cardiaco.

06 ottobre, 2009 00:03  
Blogger astrosio said...

rocco, lo vedi che la cosa e' reciproca?

yos, io anche devo smetterla di leggerti. pensa che mi sono comprato un sombrero e voglio diventare generale!

06 ottobre, 2009 06:29  
Anonymous la hostess said...

il mio l'ho utilizzato come colino per la zuppa di pesce, al mare, ma il reggiseno che si trasforma in due maschere antigas...ahaha!
perciò come vedete del fumo, mi raccomando, strappate con forza verso di voi...

06 ottobre, 2009 12:04  
Blogger astrosio said...

le' propr un bel invenzion!

06 ottobre, 2009 12:16  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home