lunedì, gennaio 08, 2007

audrey


forse non tutti sanno che in apnea c'è chi è sceso sotto il mare a più di 150 metri di profondità.
tanto per rendersi conto, la torre di pisa è alta 56 metri. bisogna mettere tre torri di pisa, l'una sull'altra, e guardare dall'alto in basso, per farsi più o meno un'idea di quanto in profondità scendono questi qui.
uno dice: ma chi gliela fa fare?
ma invece, questo uno, deve provare a immaginare cosa si possa provare.
non deve pensare al fastidio di trattenere il respiro.
deve pensare a quello che uno prova a stare sottacqua a quella profondità.
perché praticamente non senti più il corpo. non senti più il suono. non senti più niente. sei tu e la tua mente. senti solo il mare.
insomma, lo sforzo che bisogna fare è di immaginazione.
uno sottacqua le trova le astruserie. tipo gatti volanti, goldrake e cose così.
chi scrive sicuramente è troppo pauroso e pigro per fare apnea.
però li capisce, a quelli che la fanno.
uno dice: ma ne vale la pena rischiare la vita per questo?
e chi scrive gli chiede: ma ne vale la pena vivere la tua vita, idiota?
perché secondo me, questo uno, pensa "ho paura e sono pigro", ma dice "stupidi!" a quelli che lo fanno. e si rotola nel fango della sua misera esistenza. e qui, chi scrive, ha raggiunto un record. di profondità. nel senso che ha toccato il fondo della retorica. però chi scrive è convinto di quello che ha scritto. lo pensa veramente. ci sono esistenze lunghe e misere ed esistenze brevi ma splendide. lucenti. come quella della signorina nell'immagine.

30 Comments:

Anonymous Rocco Loturzo said...

ha ha ha ha...
meravigliuoooso!!
abbiamo toccato il fondo... quello della retorica!!

hahahaha.....sniff..sniff..
buaaaahhhhhhhhh!!

Rocco Loturzo

08 gennaio, 2007 09:48  
Blogger astrosio said...

no?

08 gennaio, 2007 09:53  
Anonymous Rocco Loturzo said...

sini!!!

08 gennaio, 2007 10:36  
Anonymous Rocco Loturzo said...

scusami Astrosio,
sono in procinto di finire la redazione di un piano di evacuazione di emergenza di questo blog, in conformità con la legge vigente.

ho un problema sulle uscite di sicurezza che non sono opportunamente segnalate, insieme agli indicatori del percorso di evacuazione.

che ne pensi se allestiamo una serie di cartelli informativi in modo da evidenziare norme, regole e percorsi?

io pensavo ad una cartellonistica con fondo fucsia o a pois, con delle venature di colore mesciate con attuali nuances di tendenza.

sai, val bene la sicurezza , ma non bisogna mai dimenticare di rimanere trendy ed allineati ai tempi

potresti chiedere alle tue amiche Grace o Maryan o Ilaria (elenco a disposizione puramente casuale) se possono fornire spunti in merito?

poichè comunque mi ritengo un esperto di MKTG interno e di HRD (iuman resurs developpment), per aumentare l'appeal e la leggibilità della cartellonistica io ci appenderei accanto salciccie e scamorze, così facciamo contenti pure PG e I&I.

l'ultima cosa, il distributore di Birra dove lo posizioniamo?

Rocco Loturzo

08 gennaio, 2007 10:43  
Blogger astrosio said...

hai un'ampia e frequentata entrata sul retro. mettilo lì, il distributore di birra. tanto io me la prendo altrove.

08 gennaio, 2007 11:02  
Anonymous Rocco Loturzo said...

Cafone!!

'llappami sta quagghia!!

08 gennaio, 2007 11:13  
Blogger astrosio said...

hehehehe... sta brushki?

08 gennaio, 2007 11:14  
Anonymous Rocco Loturzo said...

sini!

08 gennaio, 2007 11:55  
Blogger astrosio said...

hehehe... hahahaha... BUAHAHAHAHA! NUAHAHAHAHA!

08 gennaio, 2007 11:59  
Anonymous La Mary said...

Beh, io provo solo invidia per chi ha un talento. Adoro i talentuosi, che propriamente non sono quelli di Amici di Maria De Filippi.

08 gennaio, 2007 13:10  
Anonymous Comunicato stampa said...

**** ULTIMORA!! ***

Astrosio installa un Ipod Nano nel suo deretano!!

"adesso potro scaricare brani e contenuti multimediali, ovunque mi trovi"

ha detto il simpatico Astrosio a fine operazione!!

"c'è chi scommette, invece, sulla produzione autofinanziata di nuove forme d'arte, da condividere in bluetooth"

ha commentato invece un guru delle nuove tecnologie che vuol rimanere anonimo

Fonte: AG. Loturzser

08 gennaio, 2007 14:46  
Anonymous Anonimo said...

Audrey non sarà morta invano se...
Audrey non sarà morta invano se...

"se, in ogni occasione sportiva, le attrezzature, le modalità di svolgimento della stessa e la propria forma fisica avranno ricevuto tutta l’attenzione possibile e anche di più!! Sarà piena la bombola? Sarà sicuro immergersi a 70 mt in assetto costante al guinzaglio del cavo?"

Licia Colò

08 gennaio, 2007 14:48  
Anonymous rocco sull'orlo di una crisi di nervi said...

Cara Licia Colò,
io ho un desiderio segreto:

vorrei addormentarmi in assetto variabile con l'appoggio di risorse esterne, che possano monitorare il mio stato di incosciente quiescienza e, con i loro potenti macchinari, dipanare un dubbio che mi strugge da ormai tempo immemorabile.

ma il mio cierviello, almeno quando dormo, funziona?

Rocco Loturzo

08 gennaio, 2007 14:57  
Blogger astrosio said...

maryann, non sono d'accordo. quelli di amici di maria de filippis hanno un grande talento. ma non so se esista maria de filippis.

rocco, te la do io la risposta: no!

fintaliciacolò, sei sempre illuminante...

08 gennaio, 2007 15:19  
Anonymous Rocco Volfanghen amadeuzen Mozartèn e a'ssorata Loturzo said...

smettila di contraddistinguermi!!
non ho chiesto a'tte!!

ho chiesto una opinione libbera ed inparziale da una persona non coinvolta in relazioni dirette con il sottoscrivibile

sono arrivati appena mo adesso i soldi della comunità europea
gli sfrutterò per finanziare uno studio ed una ricerca atta a dimostrare che nel mio cierviello esiste un numero finito di neuroni, che alla bisogna, ogni tanto si salutano come si conviene a degli ottimi vicini di casa

e a te non ti coinvolgierò anzi,

Maria de filippi esiste, ti sbagli tu, è un personaggio reale della televisione italiana, che con la sua costante e continuativa dedizione allieta e rinfranca la società italiana, colmando quel tragico, misero vuoto, la quasi incolmabbile lacuna culturale che
contraddistingue le tristi e bigie giornate dei telespettattori televisivi.

finchè il marito non riprende con quel suo mitico sciò con personaggi del calibro dell'uomo salciccia, della donna barbuta che si è fatta il trattamento epilativo definitivo (che poi conosciamo tutti sotto l'epiteto di finta befana attaccabbrighe) e dell'uomo ombra, è solo ed unicamente lei ad ergiersi come baluardo inespugnabbile della noia e delle cattive abitudini quotidiane.

PS
mi sto martellando i diti che sennò oggi non la smetto più di scrivere!!

08 gennaio, 2007 15:30  
Anonymous Anonimo said...

prendi per l'aglio, lo so.

L.C.

08 gennaio, 2007 15:31  
Anonymous Anonimo said...

era indirizzato ad Astrosio ma va bene anche per Rocco.

L.C:

08 gennaio, 2007 15:32  
Anonymous Rocco Loturzo said...

ok lo sminuzzo, lo soffriggo insieme ad un trito di prezzemolo e peperoncino , aggiungo cozze e gamberetti sgusciati , butto la pasta, scolo
salto il tutto in padella, spolvero un po di prezzemolo fresco e servo in tavola....

questo già lo sapevo...

Rocco

08 gennaio, 2007 15:34  
Anonymous Anonimo said...

allora vedi che ti funziona? avresti potuto sminuzzare la pasta, scolare i gamberetti, soffriggere le cozze e servire il prezzemolo.

ti amo!

08 gennaio, 2007 15:38  
Anonymous Anonimo said...

...oppure spolverare le cozze, saltare la padella, sminuzzare la tavola e buttare il prezzemolo.


sei un genio, ti adoro!

08 gennaio, 2007 15:45  
Blogger astrosio said...

questo è un blog paraninfo. è ufficiale.

08 gennaio, 2007 15:53  
Anonymous the lone synapse said...

HEI...
è VERO!!!!!!

NON CI AVEVO PENSATO!!!

grazzie...grazzie...sniff sniff...

adesso non ho più bisogno di investire soldi in quel proggetto...

bivaccherò in cantina a bere birra finchè cirrosi epatica non sopraggiunga!!

però prima mi faccio una ricca grattata!!

Rocco "the lone synapse" Loturzo

08 gennaio, 2007 15:56  
Anonymous sempre the lone synapse said...

che vuol dire paraninfo?

quanto mi fate incazzare quando usate sti paroloni insulsi!

08 gennaio, 2007 15:57  
Anonymous Anonimo said...

vuole dire di ninfomani culattoni a caccia di parà livornesi.

pedante piemontese

08 gennaio, 2007 16:06  
Blogger astrosio said...

significa intermediario in materia di relazioni sentimentali e\o intime.

08 gennaio, 2007 16:12  
Anonymous Rocco Loturzo said...

seee....
da che pulpito viene la predica...

oggi ho ciercato di essere amichevole nei tuoi confronti e che ne ho avuto in cambio?

un distributore di birra in culo, unito ad improbabili commenti sul traffico di via rettale angolo piazzale chiappa...

Mandarino!!


@P.P
ci vediamo al solito posto alla solita ora...(vengo col vespone "truccato", per non farmi riconosciere)

Rocco Loturzo

08 gennaio, 2007 17:05  
Blogger astrosio said...

non posso, mortadella.

08 gennaio, 2007 17:13  
Anonymous Rocco Loturzo said...

igniorante e presuntuoso

prova a considerare il termine mandarino nella sua accezione più ampia...

Voglio un silos si lo voglio un silos per riporvi i frutti del mio corpoooooo

Rocco Loturzo

PS
che fine ha fatto il progetto ghiaia?
cheppercaso non ha passato la revisione della commissione di esame?
questo ed altri ineluttabili quesiti su rieduchescionalciannel

08 gennaio, 2007 19:50  
Anonymous Rocco Loturzo said...

caro astrosio
questo post rappresenta per me l'apoteosi di una visione apocalittica sul nostro presente, con sprazzi e proiezioni su un futuro medio prossimo che ci riguarda ambedue reciproci.

in parole povere, sembriamo due vecchie checche rincoglionite che litigano per un fondotinta.

e già mi immagino un futuro prossimo alla bleidranner, seduti sulle seggiolaccie del liberale travestiti da signiore per bene che criticano un mondo fatto di sole donne lesbiche e disinibbite, che copulano incessantemente ad ogni angolo di Piazzale Italia.

PS
prestami le tue goccine

Rocco Loturzo

09 gennaio, 2007 09:39  
Blogger astrosio said...

no, stronza, stavolta te le compri.

09 gennaio, 2007 09:45  

Posta un commento

<< Home