martedì, gennaio 30, 2007

la strada giusta


cari amici lettori di questo blog.
ho un problema.
credo che la mia ragazza non sia, da un punto di vista lavorativo, sulla strada giusta.
guadagna anche poco.
e soprattutto non la trattano bene.
ho pensato quindi di farle cambiare strada.
questa volta voglio provare la complanare.

Etichette:

10 Comments:

Anonymous Il PG said...

Se tu avessi veramente una ragazza sulla complanare non verresti a raccontracelo a noi, che altrimenti quando ti vediamo on line sul tuo blog andiamo in quel di Milano e ti soffiamo la polla. Questo ovviamente a meno che tu non abbia attrezzato un megafurgoncino hitech dal quale attraverso connessione w-fi a larga banda e telefono satellitare grps, umts, ppps, dls, IP6v, dc, psi, pri, pli, psdi riesci a gestire contemporanemante blog e business. In quel caso tanto di cappello!

Ps per Rocco recentemente ho anche capito che voleva dire noblesse oblige. Quando hai due minuti, di ritorno dalla cabagna vediamoci per un fernet che te lo spiego!

30 gennaio, 2007 16:09  
Blogger astrosio said...

pg, mi hai sgamato! ma io e il mio furgone aitec te la faremo vedere!!! BUAAHAHAHAHA!!!
p.s. rocco torna dalla cambagna oggi verso le venque, venque e quatanchia.

30 gennaio, 2007 16:12  
Anonymous Il PG said...

ho mentito il fernet mi fa schifo!

30 gennaio, 2007 16:49  
Blogger astrosio said...

questa è una grossa delusione.

30 gennaio, 2007 17:31  
Anonymous Mary said...

Prova vicino al semaforo, al posto del lavavetri!

30 gennaio, 2007 18:17  
Blogger astrosio said...

maryann, già provato. preso un sacco di botte. sarà perché fare il lavavetri è un lavoro stressante o si tratta di invidia sociale?

30 gennaio, 2007 19:28  
Anonymous Mary said...

Invidia sociale: il lavavetri essendo free lance gode di un sacco di vantaggi. Non li ho in mente, ma Calderoli dice che è così, perché non credergli?

31 gennaio, 2007 01:49  
Blogger astrosio said...

a beh, se lo dice lui...

31 gennaio, 2007 05:09  
Blogger eurotutu said...

aproffitto per sapere dal dotto astrosio questa cosa: lungo le strade extraurbane a doppia carreggiata si vedono cartelli con l'indicazione "complanari" riferite a strade secondarie, ponti e viadotti che a volte si trovano sì parallelamente a quelle, ma evidentemente più sopra o più sotto della strada principale che si percorre. Non è forse un errore, trattandosi di piani diversi, quello della superstrada e quello delle secondarie? O forse, tra le accezioni dell'aggettivo sostantivato "complanare" entrate nel gergo dei trasporti su gomma, c'é anche quella che indica solo "un'altra strada", a dispetto dell'etimologia? devo saperle ste robe

01 febbraio, 2007 21:00  
Blogger astrosio said...

ti rispondo citando:
"l'origine della parola è complicata e sconnessa, e io comunque non me la ricordo... poi, dopo la seconda guerra mondiale tutto era tranquillo finché superman non ha sfidato roosvelt in una gara intorno al mondo. roosvelt lo ha battuto, o almeno questo vi hanno fatto credere nei fumetti. la verità è sempre nel mezzo."

abe simpson

02 febbraio, 2007 00:13  

Posta un commento

<< Home