lunedì, maggio 14, 2007

stoviglie

Mangiando stoviglie si può morire. A questa conclusione sono arrivato non perché abbia mangiato stoviglie e sono stato male. E neanche perché abbia mai conosciuto uno morto per aver mangiato stoviglie. Tuttavia se le stoviglie fossero fatte di cibo, allora credo non si morirebbe. Tipo una forchetta di cioccolato. Tuttavia quando si parla di stoviglie, in genere il pensiero va ad arnesi fatti di acciaio o porcellana o vetro. Tutte cose che servono a mangiare ma che non è opportuno mangiare. Anzi, è del tutto sconsigliabile. Poi ci sono i fachiri, certo, che a volte mangiano stoviglie. Ma non le mangiano per saziarsi, anzi. Le mangiano perché poi la gente li paga e con quei soldi si vanno a comprare il cibo. (Che forse, a quel punto, mangiano con le mani. Forse.) Essendo chi scrive un grande appassionato di stoviglie (bugia), si è documentato sulla storia delle stoviglie (bugia). Tutto questo per dire che non necessariamente qualcosa che serve a fare una cosa (mangiare, in questo caso), può diventare l'oggetto stesso del fare quella cosa che serve per fare. Per esempio un fucile da caccia serve a sparare agli uccelli o alle lepri, ecc. Ma risulta difficile immaginare usare, per esempio, una lepre per sparare a un fucile da caccia. Né avrebbe alcun senso usare un fucile da caccia per sparare a un altro fucile da caccia. Certo, se uno vuole, lo può fare. Però la gente non apprezzerebbe questo comportamento come sano, corretto e consono al buon costume.

Etichette:

15 Comments:

Anonymous marcolo said...

Astrò, ho notato che per questo interessantissimo tema hai usato le maiuscole dopo il punto. Robba seria, dunque?

14 maggio, 2007 09:34  
Blogger astrosio said...

è sempre robba seria. solo che io non me ne accorgo quando le uso o non le uso. le maiuscole. e se uno pensava che dietro quel mio non usare maiuscole ci fosse una qualche scelta consapevole, può darsi che aveva ragione. ma anche torto.

14 maggio, 2007 10:15  
Anonymous Winx said...

C'erto Astruso ke nella quotidianità sei così...approssimativo!!!:DDD
Infatti esistono in commercio delle pratiche stoviglie di plastica ke, nel tuo caso specifico (n.d.r.: sei senza lavastoviglie), sarebbero utilissime xkè le usi e poi...le getti via senza lavare!!!
E potresti fare così anke coi piatti di plastica... tnt nn sai cos'è lo sbattimento x la raccolta differenziata e poi saresti ancora + felice x nn dover + lavare i piatti!!!:)))

14 maggio, 2007 11:28  
Blogger astrosio said...

ma mica mi posso mangiare i piatti di plastica!!! nonnonnò!

14 maggio, 2007 13:01  
Blogger Stefania said...

Io quando ero piccola ho mangiato un ago da cucire. Sinceramente non me lo ricordo, ma me lo dice sempre la mia mamma.
Sicuramente non aveva un gran gusto....... ma evidentemente mi ha fatto bene...... perchè nei miei esami del sangue il FERRO, non mi manca.

14 maggio, 2007 15:47  
Blogger astrosio said...

sono esperienze che temprano.

14 maggio, 2007 15:49  
Blogger Stefania said...

Io infatti sono cmt tmp e rinv.

14 maggio, 2007 15:52  
Anonymous Anonimo said...

vabbé, allora io invece mangiavo (anche) il bastoncino in legno dei ghiaccioli e mia madre non ricorda un cazzo.

14 maggio, 2007 16:04  
Anonymous Winx said...

Sai Anonimo ke io facevo la punta contro il muro ai bastoncini di legno dei ghiaccioli?:)))

p.s.: veramente anke adesso...ma mi vengono così bene!:DDD

14 maggio, 2007 16:25  
Anonymous Anonimo said...

beh, se me ne spedisci un po' posso pulirmici i denti dopo aver mangiato i miei

14 maggio, 2007 16:33  
Anonymous rocco loturzo said...

Caro Astrosio,
oggi mi hai illuminato la mente, conferendomi contestualmente un dispiaciere:

ho inteso dalla entusiasmante lettura che, in sostanza...

non si può gozzovigliare con le stoviglie

magari si potrebbe in senso lato,
ma non è mia intenzione favorire una impropria interpretazione geometrica del mio pensiero.

bene comunque che se ne sia discusso, anche se trovo poco utile associare gli stecchini dei ghiaccioli con la stoviglia e i suoi derivati

preferisco le arelle, quelle si che sono utili...

soprattutto se vuoi un po di intimità...

ma anche fresco...

oppure ombra...

Rocco Loturzo

14 maggio, 2007 16:45  
Anonymous il giovanni delle paludi said...

ma era enea o ulisse?
mah.....

14 maggio, 2007 17:59  
Anonymous rocco loturzo said...

CARNEADE!!

o forse Pippo!!

mah

14 maggio, 2007 18:47  
Blogger Babu Writer said...

I do not understand Italian but I am blown away by the sounds of this piece. The Google translation into English -- which sucks -- nevertheless sends me straight into the hole between French symbolists and Gertrude Stein. :)

Nice to meet you, in other words.

15 maggio, 2007 03:49  
Blogger astrosio said...

babu, ty. honored by your visit here. and yes, I guess that google is able to translate my abstrusness!!! (lol)

15 maggio, 2007 04:28  

Posta un commento

<< Home