domenica, giugno 03, 2007

tre amiche

C’erano tre amiche, Alice, Margherita e Giada. Alice amava gli animali, e non mangiava carne, e stava attenta a non calpestare le formiche, e non ammazzava le zanzare eccetera. Margherita invece amava i fiori e le piante, e si incazzava con chi raccoglieva i fiori estirpandoli dalla radice, e stava attenta a non calpestare le piante mentre camminava, e se c’era da camminare su un prato non lo faceva, e si incazzava pure con i calciatori che facevano le partite sull’erba, e mangiava solo carne e pesce. Giada invece, visto che ormai gli altri due posti erano presi, si mise ad amare le pietre. Se questo non le provocava particolari problemi con l’alimentazione (salvo a volte con l’acqua minerale, ma decise che tutto sommato poteva soprassedere), gliene procurava parecchi con la deambulazione in quanto non sapeva dove camminare visto che dovunque c’erano pietre da pestare. E quindi si fece fare i pavimenti di erba e piante, in casa sua. E quando usciva per strada dovevano sollevarla da terra perché non voleva pestare tipo l’asfalto o i sampietrini. E sperava che un giorno avrebbero inventato degli apparecchi antigravitazionali che permettessero alla gente di spostarsi senza pestare le pietre. E per tenersi in forma faceva lunghe corse sui prati. Ma il problema è che le tre ben presto divennero nemiche. Giusto per fare qualche esempio, Alice non sopportava che Margherita mangiasse la carne e Margherita non sopportava l’abitudine di Giada di fare lunghe corse sui prati. Ma in molti ed eterogenei modi i loro amori finivano per combinarsi e confliggere. Giuro. E finirono per detestarsi così tanto che si facevano tranelli e trabocchetti per farsi cadere lunlaltra in fallo. E qui finisco di scrivere questa storia perché tanto uno si può immaginare tutto il resto come meglio crede.

38 Comments:

Anonymous marcolo said...

Io non ci credo.

03 giugno, 2007 11:49  
Blogger astrosio said...

sbagli. e per questo fai bene.

03 giugno, 2007 11:54  
Anonymous Winx said...

Beh, dai...quelle nn erano amiche, ma...conoscenti!:)))

p.s.: cmq io, le mie amike, le detesto a giorni alterni e nn si kiamano come loro!:DDD

p.s.2: ma forse solo xkè nn sono vere amike, ma... conoscenti!:))))

03 giugno, 2007 17:01  
Blogger astrosio said...

la parola "conoscente" non significa alcunché. in quanto participio presente. è come se ti presentassi in continuazione alla persona suddetta. il ché sarebbe strafigo e astrusissimo, pero' purtroppo irrealizzabile.

03 giugno, 2007 17:07  
Anonymous Winx said...

Mah...invece nn è vero!
A me è capitato di conoscere una persona ke si è presentata in 12 modi diversi, ma era sempre lei!:)))
In effetti... è molto strafigo e originale!:)

p.s.: forse... soffre di skizofrenia... forse?:DDD

03 giugno, 2007 17:30  
Blogger astrosio said...

schizofrenia? dipende da che punto di vista vedi il tutto. ovviamente dal punto di vista dello schizofrenico sei tu a essere strana. non voglio relativizzare. solo rispettare le opinioni altrui. schizofrenici o meno.

p.s. piacere, astrosio.

03 giugno, 2007 18:30  
Anonymous marcolo said...

astrozzio, questa sì che è una perla di saggezza.
Non si dovrebbe dire "conoscenti", ma "conosciuti".
Chiama l'Accademia della Crusca e faglielo presente.

03 giugno, 2007 18:30  
Blogger Winterskin said...

Astrosio,
e' la mancanza di tolleranza che ha portato zizzagna nella relazione tra le tue amiche. Bisogna essere tolleranti con le scelte altrui. Diglelo a quelle tre deficienti. Ma guarda un po' se bisogna litigare per cose inutili come queste quando c'e gente nel mondo che soffre la fame. Anche la sete. E pure la guerra e la sindrome di stendhal. Io a quelle le manderei a lavorare in miniera, altro che.

03 giugno, 2007 19:13  
Blogger Winterskin said...

...a meno che le tre amiche non siano frutto della tua immaginazione. In quel caso, come non detto.

03 giugno, 2007 19:15  
Blogger astrosio said...

non sono frutto della mia immaginazione ma sono immaginazioni dei miei frutti. e non mi chiedere che significa perche' non lo so.

03 giugno, 2007 19:18  
Blogger Ste said...

ASTROSIO sei un poeta.

04 giugno, 2007 08:56  
Anonymous LUVNCPG said...

ad esempio mi ricordo che alla recita di natale alle elementari...
vabbè tanto la sapete già!

04 giugno, 2007 09:28  
Anonymous il fratello di ste said...

Astrosio sei un ciuccio!

04 giugno, 2007 09:30  
Anonymous marcolo il sagace said...

Comunque volevo far notare:

Alice(pesce)= no animali
Margherita(fiore)= no piante
Giada(pietra)= no pietre

che sagacia, nevvero?

04 giugno, 2007 10:12  
Blogger astrosio said...

ste, a me poeta non me l'ha detto mai nessuno, capito? cioè, vabbè, tu me l'hai detto. quindi mi rimangio l'invettiva. che poi invettiva non è, ma era per capirci.

luv, anch'io mi ricordo. probabilmente pero' non è la stessa cosa.

anonimo, io ho grande stima per i ciucci.

marcolo, ma comm faije??!?!

04 giugno, 2007 10:23  
Blogger Ste said...

Ehi fratello di Ste, io non ho fratelli!

04 giugno, 2007 10:27  
Anonymous Siviglia said...

Vorrei un'interpretazione freudiana di queto post.

04 giugno, 2007 10:28  
Blogger astrosio said...

ste, cantagliele!

siviglia, l'interpretazione freudiana è presto detta: è un post chiaramente coprofilo, con impliciti quanto lampanti riferimenti all'autofagocitazione escrementizia.

04 giugno, 2007 10:44  
Blogger Ste said...

Ehi ASTROSIO, come faccio a cantare a uno o a una che non ha neanche il coraggio di firmarsi???

04 giugno, 2007 11:01  
Blogger astrosio said...

io ti consiglio di cantargliele ugualmente. secondo me sente benissimo.

04 giugno, 2007 12:29  
Anonymous fratello di ste said...

Senti cara ste... se ste non ha fratelli vuoi dirmi per favore chi sono io???
E non dirmi che sono stato adottato... non reggeri l'onta!!!

firmato
fratello di ste!

04 giugno, 2007 13:30  
Anonymous Mary said...

La mia preferita è senz'altro Giada. Facile non mangiare carne o evitare di coglier margherite.
Ma una vita tesa al rispetto delle pietre....Ah, quella sì che è una vita impegnata.

04 giugno, 2007 14:01  
Blogger Ste said...

Senti fratello di Ste, non so se sei stato adottato, se sei nato sotto ad un cavolo o se ti ha portato la cicogna.
Quello che conta è che non sei mio fratello.

04 giugno, 2007 14:03  
Anonymous Il fratello di ste said...

e... e... e me lo dici così!!!???

BWAAAAAHHHHHHHH!!!!

Sei senza cuore!!!

Che ne sarà di me?! Chi si prenderà cura di me?! Chi mi spezzetterà il prosciutto per non farmi strozzare???

Il sonno della ragione genera mostri!!!

04 giugno, 2007 14:11  
Anonymous marcolo said...

fratello di ste, vuoi essere fratell' ammè?

04 giugno, 2007 14:17  
Anonymous l'ex fratello di ste said...

vabboù... mi sctabbene!
me lo tagli tu il prosciutto?

04 giugno, 2007 14:37  
Blogger astrosio said...

mary, ovviamente anche io parteggio per giada, anche se non dovrei dirlo in quando mi dovrei mantenere imparziale. però vogliamo mettere le pietre con piante e animali? ma non scherziamo...

ste, fratello di ste, marcolo: secondo me la verità è la seguente: ste è cugina di marcolo che a sua volta e' zio dello (pseudo)fratello di ste. a sua volta pronipote di un generale bulgaro che però non c'entra niente.

04 giugno, 2007 15:01  
Anonymous rocco colpito da atroce scoglionamento said...

io una volta, quando ero piccolo e leggievo a Topolino
mi ricordo che cierano le nipotine di Paperina Emi, Eli ed Evi, ce rompevano il cazzo a Qui, Quo, Qua , secondo me per una evidente sensa di inferiorità nei confronti dei 3 ragazzetti sempre arguti e pronti a risolvere le situazzioni con le loro soluzzioni da Giovani Marmotte.

certo sta cosa non cientra niente in questo contesto am oramai l'ho detta e chi se ne fotte.

però insomma comunque da un revival ad una stroia nuova (lascio l'errore di battitura così com'è per priscio froidiano)
non ci vuole molto

in 30 anni ho sempre sperato in una storia il cui fine non fosse lieto, e cioè che finissero tutti i buoni in prigione e tipo che i cattivi, tipo pietro gambadilegno, lo smilzo, macchia nera ed il mitico giuseppe tubi vincessero la loro avventura mettendo a ferro e fuoco sia paperopoli che topolinia..

la banda bassotti no, a parte nonno bassotto che stava una cifra avanti, gli altri 3 fratelli erano delle vere e proprie mammolette

che in confronto, spennacchiotto ed ezechiele lupo erano dei furbissimi campioni di cattiveria

in sostanza questo commento è perfettamente inutile, ma questi alla fine...
sono cazzi miei

ciao cari

PS
il fratello di Ste, è uscito dallo specchio di una relazione sociale poco fortunata, bisognierebbe incoraggiarlo, trovargli il mordente che lo porti sulle alte vette della nostra compagnia

sennò lasciatelo la dove sta, mica so'ccazzi miei

04 giugno, 2007 15:09  
Blogger astrosio said...

sono d'accordo con rocco. a prescindere, proprio.

04 giugno, 2007 15:18  
Anonymous il neo fratello di marcolo said...

ho un neo sul ginocchio...

Rocco sei un grande... Comunque Giuseppe Tubi è morto!
Me lo ha detto Manetta (che era Giuseppe tubi sotto mentite spoglie).
Cmq in realtà io sono PG che non ha il coraggio di firmarsi...

04 giugno, 2007 15:28  
Anonymous Anonimo said...

io pure ci ho un neo sul ginocchio! ora non si vede perché non mi sono ancora depilata, ma giuro che c'è e pure grosso! fratello di marcolo, siamo parenti, evviva!!!

04 giugno, 2007 16:01  
Blogger astrosio said...

pg! mannaggia a te! ti avevo scambiato per il fratello di marcolo!

anonima... ipertricotica... se coprono il grosso neo...

04 giugno, 2007 16:06  
Anonymous marcolo said...

Non ho capito mica...Il mio nuovo fratello è piggì?

Ma piggì non era morto? Non era diventato luvncpg?
La mia famiglia sta andando in frantumi e sono destinato a sminuzzare prosciutti per nutrire il cadavere del mio defunto neo fratello che, al momento del decesso, non lo era(nè morto, va da sè, nè fratello).
Per superare lo scioc mi toccherà andare in terapia da Morelli (andrei da Freud, ma essendo che anche lui è morto, non vorrei trovarmi a sminuzzare prosciutto anche a lui).

04 giugno, 2007 17:34  
Blogger astrosio said...

dura la vita di uno sminuzzatore di prosciutti!

04 giugno, 2007 17:45  
Anonymous rocco loturzo said...

scusate.

e scusate anghe la mia ignioranza

ma neanghe troppo perchè è un carattere del mio carattere che io ce ne vado fiero...

maccheccazzo vuol dire sminuzzare il prociuttocrudo?

no perchè a me mi sta a venire fame e voi abusate di questa frase che suscita in me andiche rimembranze di affettati e salumi

Rocco Loturzo

PS
Giuseppe Tubi non è Morto
me lo ha confermato Faccia di Gomma,
Giuseppe Tubi, Nick Manolesta e Lusky, dopo aver cambiato identità, si sono trasferiti a "cabo Juan Gustabo De La Clitora Tinta Al Sabor De Vanija y Deu Pelo Fuente"
e li conducono una vita molesta e dedita al vizio e alla dissennatezza...

moohhhccc.. assapere dove cazzo è sto posto, che mo proprio ci andavo pure io

mortacci dei personaggi dei fumetti che ne sanno una più del diavolo

04 giugno, 2007 17:47  
Blogger astrosio said...

rocco, ti devi guardare il commento dove si scambiavano fratellanze per capire quale significato profondo ci sia dietro questa immagine semplice e familiare.

04 giugno, 2007 17:59  
Anonymous rocco loturzo said...

mah....
ho detto io...

mangiatevi il prociuttocrudo tagliato alla barese condito con una bella burrata di Andria...

mooohhhccc eccett'maaaaààngie...

Rocco

04 giugno, 2007 19:16  
Anonymous marcolo said...

roccolotruzzo, il mio neo fratello lo vuole solo sminuzzato e scondito. Purtroppo non ha più i denti.

04 giugno, 2007 22:35  

Posta un commento

<< Home