venerdì, aprile 25, 2008

coccodrilli e marmellata

ho conosciuto un tale, un tale di macerata, che insegnava ai coccodrilli a mangiare la marmellata, le Marche pero' sono posti tranquilli, di marmellata ce n'è tanta ma niente coccodrilli.
gianni rodari

Etichette:

13 Comments:

Anonymous cugina logorroica said...

Cugino! Ieri ne ho visto uno, stava per sbranare Brontolo in un giardino...ma quello che mi premeva dirti è che ieri sera ho scoperto un altro vicino da inserire nella mia mappa della caccia al tesoro! (le amiche vengono con i bambini piccoli in cerca di Stanlio e Ollio, della piscina con lo storione etc.) Ma ti dicevo, ieri al tramonto sono stata sorpresa da un ENORME LEONE ruggente su una collinetta tra la porta di casa e il cancello automatico, simile al leone di Waterloo, per chi l'avesse mai visto...ai suoi piedi resti di animali sbranati, un teschio...ma proseguendo ecco che appare, prima nascosto dal suo possente fianco marmoreo, un altro leone, molto più piccolo, in terracotta...mi stropiccio gli occhi e uno dei due mi cade sul campanello: LEONI

25 aprile, 2008 08:16  
Anonymous Anonimo said...

"donnidarchio infatti è uregazzetto che sta asviluppà e cià ertestoterone addumila enfatti cià la capoccia che ie và umpò peccontosuo eallora sevede certe cose che vede solo lui chenfatti lui searza denotte essente navoce che ie dice arzate effai umpò decaciara allora lui searza effà lacaciara allora poi sescopre che stavoce chessente è la voce deuno che secrede un coniio macchenvece è unsorcio allora poi donnidarchio sengarella denapischella strana eppioisuccedono tutta naserie decose strane che nusecapisce bene forze perché cuanno che ciai ertestosterone addumila nun cecapisci piugnente allora poi donnidarchio incontra navecchiarincoionita eddice mò occapito tutto poi infatti alora sente navoce che dice scusa te aicapito tutto ma armeno spiegacelo che noi stamio cuì enunciavemo capitoncazzo. ma mesà che la voce nunera derfirm.
mi cuggino pure cuanno che stava asviluppaà vedeva sempre un coniio gigante ma mò è guarito e nun cestà più. selosemo magnato."


che voto gli do?

25 aprile, 2008 08:52  
Blogger astrosio said...

cugina, questa storia e' splendida. tipo che se uno si chiama rossi mette i busti gramsci e lenin sulla porta. eppoi dagli mille, come voto. ecco.

25 aprile, 2008 10:48  
Blogger April_in_Paris said...

Buongiorno, astrosio.
Eheh-eh, le filastrocche di Rodari sono uniche, quest’è vero. Non è male nemmeno il coccodrillo, a dir la verità, anche se io preferisco di gran lunga la marmellata.

Have a nice day :)

25 aprile, 2008 11:04  
Blogger astrosio said...

anche tu, o dolce april, have a nice day anche tu!

25 aprile, 2008 11:30  
Anonymous Anonimo said...

e infatti. pur'io lo penso. e ho subbito pensato mo me ce metto na pinna de pescecane da faar pauuuraaa!!!

25 aprile, 2008 12:00  
Anonymous Anonimo said...

...e nun me rubbà l'idea derreggalo denozze sennò tegonfio...

25 aprile, 2008 12:24  
Anonymous anonimo ammiratore. said...

http://www.corriere.it/cronache/08_aprile_24/tanga_jeans_8514ed06-1218-11dd-8094-00144f02aabc.shtml

MAVAFFANCULO IO L'AVEVO DETTO PRIMA.

25 aprile, 2008 14:32  
Blogger astrosio said...

BUHAHAHAHAH!!! La pinna e' un'idea splendida! quasi quasi la uso per un regalo di nozze... hehehe... hahahahaha... BUAHAHAHAH!!!

25 aprile, 2008 17:19  
Blogger angie said...

grazie ai vostri commenti mi sono appena inventata un mestiere.
Perchè non ci mettiamo tutti in società e creiamo dei campanelli a tema col cognome dello stronzo che ce li ordina?
Eh?
Eh?
lo facciamo?


Amore della mia vita, tu non mi ami più, lo sento.
E questo mi dilania il cuore.

25 aprile, 2008 21:33  
Blogger astrosio said...

mia musa adorata, come fa anche solo lontanamente a sfiorarti un simile pensiero?! ti amo, ti amo, ti amo. eco.

26 aprile, 2008 07:19  
Blogger astrosio said...

e ti amo. ecco.

26 aprile, 2008 07:19  
Anonymous il dott. stronzo said...

sono il primo acquirente, sono disposto a sborsare un capitale per avere un campanello in tema con il mio aulico cognome!

29 aprile, 2008 20:10  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home