sabato, luglio 05, 2008

del reato di suicidio

gentile signora, gentile signore,
in merito alla Vostra richiesta di un parere, espongo quanto segue:
l'eutanasia in italia e' vietata giustamente in quanto nessuno ha il diritto di togliersi la vita. da questo ne consegue che, come da Voi suggerito, anche il sucidio deve essere considerato reato. purtroppo pero' nessuna conseguenza penale, ancora, e' prevista per il reato (e' ora di chiamarlo cosi') di suicidio. pertanto opportuna si palesa una modifica legislativa che colmi questo vuoto giuridico. si e' pensato quindi ad alcune possibilita'.
in primis: privare il defunto per suicidio di alcune prerogative che spettano ai defunti generici come il nome scritto per esteso sulla lapide, concedendo a esso (ormai ridotto a misere spoglie) solo il diritto alle iniziali (p.e. "Qui giace T.d.T." in vece di "Qui giace Tal de' Tali").
in subordine: segnalare sul certificato di morte e sulla lapide la causa del decesso in modo tale (p.e. "Tal de' Tali, suicida") da privare il defunto della normale "pietas" attribuita ai defunti in genere da parte di terzi a caso che passano nei pressi del suo sepolcro e per generare discredito intorno alla sua memoria gia' a partire dall'iter burocratico.

in fede,

Avv. Cane

Etichette:

4 Comments:

Blogger STEFY said...

PRIMAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

05 luglio, 2008 07:54  
Blogger STEFY said...

Buongiorno a tutti.

LICIA, che ti ha detto il medico ??

05 luglio, 2008 07:54  
Blogger Kaishe said...

Buongiorno...

SECONDAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA


Steff... ti pare il caso di parlare di medici su un post che parla di decessi???

Cmq... gastroscopia e pastiglie... ma la gastro la faccio l'8 agosto... cioè il giorno che parto per il camposcuola... Mah!!!

05 luglio, 2008 08:53  
Blogger astrosio said...

steff, grandissimo oro! complimenti!

kaishe, ottimo argento! complimenti! eppoi: vabbe', la salute prima di tutto. il camposcuola puo' attendere. ecco.

05 luglio, 2008 09:21  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home