martedì, febbraio 17, 2009

mail inquietante

ho controllato la mia posta elettronica e ho trovato una mail che diceva che avrei dovuto arrendermi dinanzi a non so bene quale minaccia. ovviamente non ho preso in considerazione minimamente l'avvertimento. ma poi invece nel corso della giornata sono accaduti dei fatti piuttosto inquietanti che mi hanno portato a riconsiderare quell'avvertimento. ora non posso entrare nel merito, perche' ho poco tempo e, soprattutto, poco spazio. e probabilmente di tutto quello che ho detto non e' vera neanche una parola. tuttavia se un giorno mi andra' magari approfondiro' il tutto.

Etichette:

12 Comments:

Blogger Kaishe said...

Noooo... mai approfondire. Rimanere nel dubbio a volte è decisamente meno preoccupante. ma forse non è vero. Questo concetto andrebbe approfondito... ma dato che...
Vabbè!!! Buongiorno, intanto!

17 febbraio, 2009 08:35  
Blogger astrosio said...

buongiorno, o aurea kaishe, e condivido il tutto. ecco.

17 febbraio, 2009 08:52  
Anonymous un perentorio pg said...

era meglio se tipo sognavi un pinguino che era un barbone ecco!

17 febbraio, 2009 11:51  
Blogger astrosio said...

caro pg, non siamo padroni dei nostri sogni. bugia. questa affermazione e' troppo melensa per essere vera. quindi, hai ragione tu. ecco.

17 febbraio, 2009 11:55  
Anonymous quel sognatore di un pg said...

nono
hai raggione anche tu
non siamo più padroni dei nostri sogni, un tempo sì che lo eravamo
pensa che io oggi mi sono sognato che avevo un sacco di verdura tra i denti e quando provavo a togliermela mi saltavano tutte le otturazioni....
cavolo cento volte meglio il pinguino barbone!

17 febbraio, 2009 12:39  
Blogger astrosio said...

maledette otturazioni! maledette verdure! maledetti barboni!

17 febbraio, 2009 13:02  
Anonymous Rocco Loturzo said...

l'inquietudine è oramai elemento fondamentale insostituibbile della realta quotidiana odierna, ed aggiungerei un forbito "oggigiorno" ad ulteriore marcatura concettuale ove ne fosse bisognio.

Purtuttavia (e questa è una vera perla, una raffinata opera d'arte), si deve fare conto anche con quella componente onirica che, senza alcun preavviso, prende il sopravvento durante el ore notturne di meritato e civile riposo.

Il Dubbio, i contrattempi, e tutti quegli accadimenti atipici, che esulano dalla conformità e circadianità del quotidiano sono spesso considerati feticci ai quali immolare paure, desideri e sogni di una vita colma di veleni e di bugie.

ciò detto,
avendo abusato tuttoinunavolta di:
(in ordine sparso)
accezioni desuete
forbismi inappropriati
solennità inconsulte
amenià irresponsabili
psicologie da cioccolatino
pazienza del lettore

mi congedo con questa finta vera riflessione:
chi cazzo fa il caffè?

Rocco Loturzo
(vi amo, tempi e modi vi saranno chiari in un futuro a venire)

17 febbraio, 2009 15:07  
Blogger astrosio said...

rocco, l'amore e' ricambiato. e parlo a nome di tutti e tutte. e se qualcuno\a non e' d'accordo, lo\la ammazzo! ecco.

17 febbraio, 2009 16:06  
Anonymous la jacuzzi said...

non posso che unirmi alle parole del mio padrone di bagno.

17 febbraio, 2009 17:15  
Blogger elisabetta said...

cavoli! ero sicura di aver commentato!
sarà colpa dell'autore della mail inquietante?

17 febbraio, 2009 17:26  
Blogger astrosio said...

jacuzzi, mi compiaccio. ecco.

elisabetta, quella mail tipo e' veramente una roba inquitante. e' da stamattina che mi accadono cose strane... bah...

17 febbraio, 2009 18:03  
Blogger astrosio said...

p.s. ovviamente non e' vero.

17 febbraio, 2009 18:03  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home