venerdì, novembre 26, 2010

un viaggio a fetentonia


una delle cose che piu' mi ha incuriosito durante il mio ultimo viaggio in fetentonia, e' la quantita' di squallore presente in ogni dove. se entri in un supermercato, il commesso cerca di fregarti sul resto e devi stare molto attento a leggere la scadenza perche' spesso i prodotti sono scaduti da tempo. i prezzi sono altissimi e i turisti scappano. in ogni albergo ci sono minimo dieci prostitute, tutte ultracinquantenni e malmesse. nei bar, ti servono il cappuccino senza schiuma. dicono che e' una loro specialita', in realta' non lo sanno fare. e il latte spesso e' acido. il cielo e' costantemente coperto da una nuvolaglia grigiastra che si forma per i gas di scarico di un inceneritore clandestino nascosto in una vecchia grotta che un tempo era famosa per i suoi disegni preistorici. poi li hanno cancellati e ci hanno costruito l'inceneritore. la zona e' esposta al vento, mancando riparo ed essendo prevalentemente un altipiano. l'ululare del vento quindi e' una caratteristica sonora del posto che si sposa poi con la nenia tradizionale di fetentonia che e' un lamento simile all'ululare del vento. le donne anziane, alle 18 precise di ogni giorno, escono da casa e si recano in piazza per esercitarsi nel loro lamento ululante. non c'e' tregua: o il vento, o le vecchie che ululano. insomma, un viaggio a fetentonia e' altamente sconsigliato. ma se proprio si decide di recarvisi, o per qualche ragione si e' costretti, allora vuol dire che si e' o stupidi, o sfigati.

Etichette:

6 Comments:

Anonymous ilgiovannidellepaludi said...

Sembra l'Italia descritta da certi.

26 novembre, 2010 14:11  
Blogger astrosio said...

fetentonia? no, dai, fetentonia e' fetentonia. bisogna pero' vedere se insomma da qualche parte c'e' un enclave. da qualche parte. ecco.

26 novembre, 2010 14:34  
Anonymous Anonimo said...

cos'è un enclave? io conosco solo l'autoclave, che è la macchina di Fred e Wilma.

26 novembre, 2010 16:33  
Blogger erica said...

fetentonia ha il fiume fetetonte pure , he?
fetetonia suona come i posti di villeggiatura che compri fuori stagione...

28 novembre, 2010 10:02  
Blogger astrosio said...

effettivamente un tour operator per consigliare un viaggio a fetentonia deve essere un gran fetente. ecco.

28 novembre, 2010 10:37  
Blogger Catia said...

stalker

28 novembre, 2010 14:27  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home