venerdì, settembre 02, 2011

post opposto (capita?)

quest'oggi ho voglia di scrivere un post che abbia un doppio senso di marcia, avanti e dietro. un post che si guardi alle spalle ma che sappia anche guardare al futuro. non bisogna mai dimenticarsi che siamo nani sulle spalle dei giganti. che significa molto meno di un cazzo, e soprattutto mi sta sui coglioni, come modo di dire, come pochi altri modi di dire mi stanno sui coglioni. tipo: a caval donato non si guarda in bocca. col cazzo. se uno mi fa un regalo che non mi piace, io mi incazzo come una bestia e lo caccio di casa. per dire. ecco. quindi pongo a questo punto fine a questo post fondamentale nella vita dei boscimani. e credo che, sempre questo post, salvera' molte foreste. alcune pluviali, altre no.

p.s. nella foto, una sana famiglia a cui tutti dovremmo vedere come modello.

Etichette:

4 Comments:

Blogger leftheleft said...

Il problema nasce dal fatto che in realtà sono i giganti a stare sulle spalle dei nani che così diventano sempre più nani sino a scomparire.
Perchè secondo te i nani da giardino spariscono? Non è che sono andati a farsi una tirata con biancaneve.

03 settembre, 2011 15:08  
Blogger astrosio said...

left, io sono convinto che tu abbia ragione. ma come dirlo al mondo? come gridarlo all'universo? come spiegarlo al volgo? magari con un megafono e parole semplici, ma dove li troviamo? dove andiamo, da dove veniamo? chi siamo? ma soprattutto, che ore sono?

03 settembre, 2011 15:57  
Blogger leftheleft said...

circa le 23.15

03 settembre, 2011 23:16  
Blogger astrosio said...

a ecco.

04 settembre, 2011 11:24  

Posta un commento

<< Home