sabato, giugno 11, 2011

post sbaliato


c'era questo cane che rompeva il cazzo. madonna quanto rompeva il cazzo. ah, no, ho sbagliato. pensavo di stare al telefono con mio fratello invece stavo scrivendo un post.
comunque l'occasione mi e' gradita per narrare il seguente aneddoto. prima di tutto, bisogna prendere coscienza del protagonista, provando a immaginarlo. allora, sui 40, scapolo, alto e sicuramente non smilzo, capelli lunghi legati dietro a coda di cavallo ma con la chierica bene in vista, denti un po' marci da nicotina, e voce tremante da alcolista. il suddetto tizio, torna a casa dopo una serata di bisboccia, in macchina. va piano, sa di essere pieno di alcol fino al collo, e siccome ha esperienza in fatto di alcol, come ho detto prima, va piano. e' notte, e la macchina rasenta il margine destro della strada, illuminando con i fari per bene piante e muretti a secco (siamo in puglia, salento). a un certo punto, il nostro eroe scorge una sagoma familiare che si aggira per la campagna: e' un cane, e' il suo cane! una serie di domande si affastellano nella sua mente: com'e' scappato? quando e' scappato? com'e' scappato? quando e' scappato? (vabbe', e' ubriaco, che volete...) senza pensarci due volte, il nostro eroe tira il freno a mano e scende dalla macchina. e raggiunge il suddetto cane. l'eroe e' molto seccato dalla vicenda, pertanto rimprovera aspramente il cane, prendendolo dalla collottola, e issandolo a forza in macchina. sul tragitto verso casa, pero', il cane non sembra affatto contento della situazione, e dal sedile di dietro ringhia all'indirizzo del nostro eroe. il quale, seccato e stupito, percuote piu' volte il cane con le mani e lo rimprovera aspramente. quando finalmente giunge a casa, una villetta in campagna, il nostro eroe scende dalla macchina e vede il suo cane andargli incontro festante. a quel punto il nostro eroe si rende conto dell'errore, e si gira verso il finestrino, dove fa capolino un'agghiacciante faccia di cane incazzato nero. a questo punto le risate mi hanno sempre impedito di sapere come e' andata a finire la storia. le risate o l'alcol. ecco.

Etichette:

4 Comments:

Blogger leftheleft said...

ommadonna sta storia è BELLISSIMA!!!
è capitata la stessa cosa a mio cuggino

11 giugno, 2011 17:51  
Blogger astrosio said...

si', ma tuo cugino non esiste, e' un prodotto della mente!

11 giugno, 2011 19:14  
Blogger erica said...

go fà istes ma l'era no al can, l'era la mi'dona !


Tonin, lomellina

11 giugno, 2011 21:22  
Blogger astrosio said...

BUAHAHAH!!! erica, rito a crepapalle! eccomunque, sorry, che da quando ci ho messo la moderazione dei commenti ancora mi ci debbo abbituare!

13 giugno, 2011 05:50  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home