mercoledì, gennaio 14, 2009

storia della gentilezza

un giorno incontrai per caso uno che non conoscevo e che pertanto non mi saluto'. mi arrabbiai un po' per questa sua insolenza cosi' girai i tacchi e lo raggiunsi. gli chiesi come mai non mi avesse salutato e mi rispose che non si era accorto di me in quanto era distratto. a quel punto gli chiesi come mai tanta premura visto che non ci conoscevamo. e quello mi rispose con una lunga spiegazione sulla storia della gentilezza nei rapporti umani. che sembra risalga ai fenici. prima dei fenici, la gentilezza nei rapporti umani non esisteva. e tutti si trattavano a pesci in faccia. infatti era obbligatorio, per legge, uscire da casa sempre con qualche pesce in tasca o nella borsa. se ti fermavano i vigili, e ti beccavano senza pesci in tasca o nella borsa, ti facevano la multa per "assenza di pesci". insomma, prima dei fenici, due che si incontravano per strada erano obbligati a prendersi a pesci in faccia. ma ovviamente questo sistema era sperequativo, in quanto i ricchi potevano permettersi pesci piu' grossi e i poveri solo pesci piccoli. e allora succedeva che tipo un ricco tirava un cefalo in faccia a un povero il quale a sua volta poteva difendersi solo con un'acciuga. allora il re fenicio Piero (nome di fantasia) decise di fare una legge per cui la gente, quando si incontrava per strada, era obbligata a essere gentile.

Etichette:

10 Comments:

Blogger Kaishe said...

Quanto cultura...
Sei veramente un fine dicitore e un eccelso affabulatore!!!

OK... non mi viene nessun altra definizione. Intanto, però, BUONGIORNO!!!

14 gennaio, 2009 08:43  
Blogger astrosio said...

vabbe', o aurea kaishe, mi tengo il buongiorno e tutto il resto. ecco.

14 gennaio, 2009 08:46  
Anonymous un pg assonnato said...

evvai bronzo pure oggi!

questa storia secondo me è scientificamente vera. certo è una mia opinione quindi non è dimostrabile ed è pertanto scientificamente soggettiva, però se alberto angela ci facesse una trasmissione sopra allora non sarebbe più solo una mia opinione ma sarebbe un'opinione scientifica e pertanto vera e assodata. Che poi, se ci pensate, assodata se ci metti una Erre davanti diventa rassodata, che vuol dire tipo quando vai in palestra e fai quella macchina che ti tira il culo e te lo fa diventare più sodo, eppure tutto questo non centra nulla nè con la storia, nè con la sceinza nè con piero e albero angela.
Se poi invece questa storia la raccontasse quell'altro tipo che fa voyager allora non sarebbe nè scienza nè verità ma sarebbe una minchiata e magari in qeusta storia dei fenici e del re piero (nome di fantasia) ci entrerebbero anche gli ufi, e i cavalieri templari e, perchè no, i vampiri e il chupacapre!

e questo è quanto ho da dire con questo bronzeo intervento!

ma nyy che fa dorme??? eh? eh?

14 gennaio, 2009 10:52  
Blogger Kaishe said...

Oh bronzeo busto marmoreo di argentea ineffabilità... buongiorno a te!!!

14 gennaio, 2009 11:12  
Anonymous un gentile pg said...

kai cara, scusa se non ti ho salutata
buongiorno, ma che dico... ottimogiorno a te a chiunque tu incontri per strada, ma mi raccomando comportati con gentilezza.

14 gennaio, 2009 12:04  
Blogger astrosio said...

pg, sai che differenza c'e' fra un uovo e un rasoio? che il rasoio... no, cioe', l'uovo... no, vabbe', non c'e' nessuna differenza. da qui ne consegue l'uovo e il rasoio sono la stessa cosa. quindi d'ora in poi facciamoci la barba con le uova. e mangiamo rasoi sodi.

14 gennaio, 2009 12:37  
Anonymous pg said...

cribbiolo già lo faccio da un lustro!

14 gennaio, 2009 13:16  
Blogger astrosio said...

bruciori di stomaco?

14 gennaio, 2009 13:18  
Anonymous una rassegnata Eva Bè said...

questa storia è bellissima.




e mi permetto un consiglio per i fuochisti, ai quali nessuno consiglia mai niente...

http://www.alessandrobergonzoni.it/nel/tourne.htm

14 gennaio, 2009 14:57  
Blogger astrosio said...

fuochisti, e state attenti! cribbio.

14 gennaio, 2009 15:47  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home