giovedì, agosto 06, 2009

osservazione

mentre prima uno andava al cinema o si comprava un libro perche' gli piaceva, adesso uno DEVE leggersi un libro o DEVE andare al cinema perche e' cultura. malimortacci de veltroni e di tutta sta gente che non prova il brivido rivelatore dietro la schiena (fra le scapole, all'incirca), come diceva nabokov! in talia questa gente si e' insinuata nelle case editrici e nelle case di produzione, distruggendole. il morandini e' l'esempio sommo di questo marciume. un libro che parla di film in salsa italiana. facendo scempio dei libri, dei film e della salsa italiana. detto questo devo anche dire, per citare qualcuno degno di massima stima: bene, m'importa una sega! infatti leggo e guardo solo roba anglo-americana (fatta qualche eccezione). e vivo bene lo stesso. solo che mi piace di tanto in tanto fare delle osservazioni. e bestemmiare. nel senso che ci provo proprio lo stesso piacere. ecco.

Etichette:

13 Comments:

Blogger Kaishe said...

Si chiama omologazione... ma la spacciano per moda.
Cioè ti dicono che devi essere così e colà. O almeno far finta.
E allora se uno dice: a me Tizio mi fa cagare, ti guardano con l'espressione di chi compiange che tu non abbia capito che Tizio è un genio (ma pensano: Sono d'accoro. Tizio è uno stronzo)...
Ecco... tanto per fare un'osservazione.
Però io non bestemmio.
Preferirei che mi si seccasse la punta del naso.
Buongiorno Astrosio.

06 agosto, 2009 07:40  
Blogger astrosio said...

non e' questione di omologazione (buongiorno, cara kaishe); non e' questione di piacere o non piacere. e' questione di uno che si legge una cosa perche' gli piace, e di uno che si legge una cosa perche' e' cultura. ecco.

06 agosto, 2009 08:56  
Blogger Basta Con La Droga said...

Io ho visto al cinema "La Voce Della Luna" di Fellini. Ci sono andato assieme a una mia amica quando avevo 18 anni e speravo di limonare. Il film mi ha fatto cagare vermi e ho GIURATO che non avrei mai guardato un altro film di Fellini. Così è stato. Il mio regista preferito è John McTiernan, quello che ha fatto Predator. Tutto il resto viene dopo.

PS = Quella volta non ho limonato.

06 agosto, 2009 11:25  
Blogger astrosio said...

predator spacca vari culi in lungo e in largo per il mondo quanto a film. sarei curioso di sapere che ne dice il morandini. tipo che se come penso dice che e' un film da cassetta che non ti lascia niente dentro, ho tutte le attenuanti possibili e immaginabili per quando andro' ad aprirgli il culo con un argano per infilargli dentro una ventina di granate a frammentazione. ecco. ah, si', giusto. la voce della luna. BUAHAHAH!!! e fellini... BUAHAHAH!!! ecco.

06 agosto, 2009 11:30  
Blogger astrosio said...

p.s. ho trovato qui ( http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=18938 ) che ne dice il morandini. non mi aspettavo peggio, nonostante le apparenze. merita le granate.

06 agosto, 2009 11:37  
Blogger Basta Con La Droga said...

"rappresenta l'ala demenziale del cinema supermuscolare hollywoodiano"

NAPALM NEL COLON.

06 agosto, 2009 11:50  
Anonymous anonima riatterrata said...

poi vorrei dire ma chi cazzo se ne strafotte della letteratura angloamericana e cheppalle ma che uno stralegga e straguardi la straminchia che vuole mi annoiano da morire che i telefilm sono ggeniali. e pure quell'altri che no non è vero.
evviva la trippa&la topa!!

06 agosto, 2009 11:58  
Blogger NYY said...

Mi sono perso molti post. Domani spero di leggermi con calma tutto, e magari rendermi conto che alla fine non mi sono perso molto :-)
Volevo dire giusto questo ... ecco!

06 agosto, 2009 13:51  
Blogger astrosio said...

anonima, prima di tutto ben riatterrata. poi, i gusti sono gusti. non sindaco. metto solo granate nel buco del culo. ecco.

nyy, recupera e impara la vanagloria!

06 agosto, 2009 16:03  
Anonymous Rocco Loturzo said...

NO! IO DICO CHE TUTTO CIò è VERO!

e dico pure che il piaciere, nella sua acciezione più ampia è una questione di sensi e perciò puramente personale.
il piaciere non è ne omologabile ne classificabile.
anzi il piaciere si incazza sse lo si etichetta o se si tenta di razionalizzarlo.

un libro mi piacie, bene
un altro libro non mi piacie, sticazzi

non si può leggiere un libro o vedere un film perchè qualcunaltro ha detto questo o quest'altro

nossigniore
ed ogni forma di ulteriore approfondimento su sto cazzo di argomento è puramente inutile

Predator è uno dei film piùmmigliori della storia del cinema ebbasta

come tschai di jack vance è uno dei libbri più belli del mondo

mi sono rotto le palle di quelli che devono dire come deve andare il mondo e di quelli che non hanno un cazzo da dire e copiano quello che è stato detto o fatto da qualcun altro che fa sciena


astrò se tiri fuori un altro post del gienere ad aggitare il coltello nella piaga non ci scrivo più

ecco

06 agosto, 2009 18:19  
Blogger Yossarian said...

Quando ero giovane (poco tempo prima della battaglia di Gettysburg), allignava una regista crucca di nome Margarethe von Trotta che sminuzzava con inarrestabile e metodica perizia, i coglioni al globo terracqueo.

Ma io e un mio amico, entrambi buzzurri e incolti pecorari, preferivamo vedere le teste che esplodevano in "Scanners" di David 'all'epocanonseloinculavanessuno' Cronemberg.

Un conoscente, che invece era Koltissimo e di cinema si' che c'accapisciava, un giorno ebbe a dirci che quel volgare e ammmarracano ( che poi e' canadese) regista di serie z, sarebbe finito nell'immondezzaio del cinema con la C MAIUSCOLA e nessuno si sarebbe ricordato di lui, mentre la von Trotta...ahhhh la von Trotta...uelalala' la VON TROTTA...uee' dico, la von Trotta, quella si' che avrebbe fatto la storia del cinema e il suo nome sarebbe stato sulle labbra di tutti.

Mica Cronmberberg...o peggio Gion Carpentersz...che anche lui faceva i film sulle 'cose' spuzzolenti e sanguinacce che spuntano dai corpi altrui. Americani del cazzo.

Il tipo c'accapisciava di cinema...ahhhhh si' bisogna proprio dirlo. Era Kolto.

La von che?

06 agosto, 2009 23:03  
Blogger Yossarian said...

Astros, il tuo ospite Lo Turzo, continua a impressionarmi favorevolmente.

Specie quando dice che gli piace la trilogia del pianeta tschai


Signor Lo Turzo, la approvo seduta stante.

06 agosto, 2009 23:11  
Blogger astrosio said...

yos, me la ricordo la von trotta, soprattutto per il nome der cazzo che se ritrovava! ma il mistero e': come c'ariva certa ggente a fa i film? no, perche' insomma, ecco. vabbe'. detto questo, il loturzo e' a buon titolo piu' che un ospite. diciamo che e' un predicato. ecco.

07 agosto, 2009 00:54  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home