lunedì, ottobre 26, 2009

astromunchausen - la vasca a vela

"hey, di poppa! ed altre espressioni marinaresche!"
capitan libeccio
solcai il mare procelloso a bordo di una vasca a vela della migliore fattura. vi fui costretto in virtu' di una scommessa che consisteva nel perdere il maggior numero di scommesse possibile. e in verita' le persi quasi tutte, ma perdendole, e qui era l'inganno, vinsi l'ultima, e quindi fui costretto, in quanto uomo d'onore, a circumnavigare il mondo a bordo della mia vasca a vela. e pertanto solcai il mare procelloso. procella dopo procella, avvistai un'isola. su quest'isola mangiavano tutti con i piedi. ed era vietato usare le mani. per motivi religiosi. ma questa e' un'altra storia. la storia di oggi e' invece quella del mare procelloso. e della vasca a vela. e della scommessa, certo, e della scommessa.

Etichette: ,

12 Comments:

Anonymous Rocco Loturzo said...

che storia...
che storia inverosimile...
quasi non ci credo...

tu che scommetti..
cose da pazzi..

buhahahaha

26 ottobre, 2009 11:34  
Blogger astrosio said...

scommisi!

26 ottobre, 2009 11:41  
Anonymous dal vaporetto a sudore said...

ma...procelloso non porta ai proci?

...vabbè, comunque oggi mi gira tutto...

...perciò se volete che vi racconti una storiella indimenticabile, dovete prenotarvi.

...sennò niente!

ahahahah!!

26 ottobre, 2009 15:18  
Anonymous anonimo said...

stimbotto.

26 ottobre, 2009 15:21  
Anonymous Anonimo said...

allora, c'è un artista, un avvocato e ...mannaggia, non posso non fare i nomi!

incierottatemi le dita.
ecco, bravi, cos..

26 ottobre, 2009 15:31  
Anonymous Rocco Loturzo said...

no no
vogliamo sapè
vogliamo sapèèèèèè

mi prenoto

voglio proprio sapere come va a finire..

26 ottobre, 2009 16:21  
Anonymous Anonimo said...

subito!

scegli la storiella che prefisci

e vinci anche una casa!

26 ottobre, 2009 17:24  
Anonymous Rocco Loturzo said...

ho scelto la storia di Biancaneve e i sette nani che si materializzano magicamente dal libro delle favole di un bimbo dell'Oregon, grazie al liquido seminale fatato spruzzato inavvertitamente da un Alieno che stava copulando con la madre.

tale fenmeno ha generato un wormhole di tale potenza che la dolce fanciulla ed i simpatici nanetti si sono materializzati e catapultati nella periferia di Bari.

senza soldi e senza la benchè minima idea di come, cosa e dove siano, dopo una serie di peripezie alquanto singolari, si ritrovano a nascondere le loro vere generalità dietro ad una immagine di facciata.

La spergiudicatezza (e qui l'ellore di battitura meriterebbe il pulitzer) di mammolo, il primo ad essere stato colpito dal liquido fatato, e la intelligente cultura di dotto, fanno si che i due sfruttano l'ingenuità di biancaneve e di Pisolo. inducendoli alla prostituzione, la prima a Bari, il secondo a Roma, all'uso di droghe ed al malcostume più bieco e meschino...
...tutto il resto è cronaca

26 ottobre, 2009 17:42  
Anonymous Anonimo said...

troopo tardi già spedita.

26 ottobre, 2009 17:59  
Blogger Yossarian said...

Storia avvincente di mare e di arredobagno come neanche nel miglior Conrad.

E poi finalmente, qualcuno si e' deciso a utilizzare la parola "procella", che mi fa impazzire.

Astros, sei una leggenda.

26 ottobre, 2009 20:06  
Anonymous Anonimo said...

sì. procella mi smuove tutto, persino i succhi gastrici. specie all'ora di ciena.

26 ottobre, 2009 20:19  
Blogger astrosio said...

a chiosar, saluto ognuno
senza trascurare alcuno,
rocco, yos e l' anonima incursione.
e rivolgo la mia benedizione,
a tutti voi, nessuno escluso:
che al momento del bisogno,
in vita vigile oppure in sogno,
d'astruseria sappiate far buon uso.
a domani, amici miei,
che vegli su voi tutti,
belli, cari e mai brutti,
la luce degli dei!

26 ottobre, 2009 20:48  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home