venerdì, ottobre 30, 2009

progetto astrusilandia

basta. e' giunta l'ora di fare un mondo. chiamo a raccolta gli sforzi di quanti in questi anni hanno frequentato questo blog: dobbiamo fare astrusilandia. il mondo in cui tutto funziona secondo le regole (si fa per dire) dell'astruseria. si deve pensare per bene alla geografia di questo mondo. si accettano proposte anche via mail. se avra' successo scriveremo un libro, faremo una sceneggiatura e poi costruiremo un parco a tema. cribbio. e' il momento! e' l'ora! e allora... ecco!

Etichette:

17 Comments:

Anonymous anonima said...

avrei molte cose da dire ma sono in lutto. tutta colpa dei modelli nudi dall'altra parte della strada. ora preparo una circolare per far rispettare il silenzio e farmi fare le condoglianze.

30 ottobre, 2009 09:00  
Anonymous anonimo said...

..proporste anche via mail?

ma ne sei proprio sicuro?

ahahahahah!!

vabbè, urge abbondante colazione.

30 ottobre, 2009 09:07  
Anonymous per vedere l'effetto che fa said...

ps. posso stare alla cassa? eh? eh?eddai, anche solo qualche giorno!

e possiamo metterci, da qualche parte, anche sotto terra, i cantori decrepiti appena sfrattati? eh? eh? e mostro?
c'è un posto anche per mostro?

comunque ho visto questo:

arsenale, bacino d'acqua verde tra pareti oblique. riflessi d'acqua incredibilmente veri. incrostazioni, legni marci. in mezzo, una casa del Maine. scialuppe di salvataggio arancione, alcune saturate dal tramonto? da luci nascoste? da luci nascoste. strani sciabordii. tra la casa del Maine e il campanile sullo sfondo, un sommergibile tutto d'acciaio, bellissimo, pronto per il varo. sicuramente finto. no, vero.

e poi un sacco di altre cose: meduse, ragnatele, giardini osceni, cadaveri, caldaie...

30 ottobre, 2009 09:58  
Anonymous pizzarieddi said...

ci saranno ristoranti di cucina astrusa? mi porto da mangiare da casa

30 ottobre, 2009 12:21  
Blogger astrosio said...

anonima, sequestri?

pizzarieddi, ti capirei, ecco.

30 ottobre, 2009 12:30  
Anonymous cecchi gori said...

secondo me l'importante è che Drupi rivesta una carica di assoluto prestigio all'interno del Consiglio astromunale.

30 ottobre, 2009 13:17  
Anonymous Rocco Loturzo said...

a casa mia si mangia nella sala da bagnio!

i commensali sono seduti su comode poltronecesso rigorosamente in sospensione (oggi si chiamano così i cessi appesi)

con il portagiornali accanto ed un enorme tavolo di legnaccia becera ricoperto di una tovaglia di carta usi e ggietti.

al bagno vi si acciede sia dalla cucina che dal giardino, ove in mezzo ad un prato inglese eigorosamente ben manutenuto, spicca un barbecue di immense proporzioni, ma no in pietra, in ferro arrugginito con le griglie che si reggono sui tufi..

in casa c'è anche un salotto, con finiture di pregio tappeti antichi mausolei di libreria e tanti comodissimi divani.
ma li dormono tutti i miei parenti più anziani e gli amici più rompicoglioni, davanti ad un megatelevisore che trasmette PippoBBaudo e raffaella carrà H24...
mentre tutti gli amici veri sono in cesso a gozzovigliare tra gli arrosti misti che un tipo alla mangiafuoco, pelosoe sudato, arrostisce a ciclo continuo.

le carni arrostite alla brace vengono portate in cesso da conigliette seminude molto attraenti e molto disponibili.

ogni commensale ha la sua coniglietta (o coniglietto) preferita/o il quale pensa alla sua igiene intima dopo ogni portata.

le stanze da letto sono in mansarda/soffitta, una mezza cosa tra lo stile di heidi e robbinsoncrusoe, un lato della mansarda è aperto e da li si vede la baia a 300 metri dalla duna sulla quale è costruita la casa.

300 metri è la misura regolamentare di una passeggiata a piedi, affinchè l'organismo possa digerire in qualche modo ciò che ha mangiato e quindi si possa buttare sulla sabbia a dormire senza essersi affaticato troppo.
Studio nielsen/grolier/pomisi

il resto ve lo canto dopo

30 ottobre, 2009 13:51  
Anonymous anonima said...

sì. e sempre su ordinazione strappo anche orecchie che poi friggo e mi mangio. sono buonissime.

30 ottobre, 2009 13:58  
Blogger astrosio said...

cecchi, senza drubbio alcuno drupi avra' il suo ruolo!

rocco, una casa da sogno. ecco.

anonima, ahia!

30 ottobre, 2009 17:36  
Anonymous Rocco Loturzo said...

il nano Astrò..
non c'è Astrusilandia senza il nano..
bisognia urgientemente trovare un testimonial d'autore

30 ottobre, 2009 18:34  
Anonymous l'ufficio personale said...

calmi. il nano lo seleziono io.

30 ottobre, 2009 18:50  
Anonymous Rocco Loturzo said...

buongustaia...

30 ottobre, 2009 19:48  
Anonymous Anonimo said...

sezionare il nano in cinque o sei fette. farcire con crema al pistacchio, zabaione, gelato al cioccolato. ricomporre il nano, guarnire con panna montata e servire.

30 ottobre, 2009 22:03  
Anonymous Anonimo said...

senti Rocco, ospite senza eguali.. si avvicina l'ora di pranzo...io appena sveglia, traballo ancora dal sonno...e pensavo di lavarmi domani...al posto della poltrona sospesa...posso portarmi un divano in giardino...non troppo lontano dal barbecue?

31 ottobre, 2009 12:11  
Anonymous Anonimo said...

...quel rompicoglioni non mi vuole dare il divano!

e va bene, allora io metto un materasso sulla griglia tra i tufi. ecco.

31 ottobre, 2009 12:22  
Anonymous Anonimo said...

..che è anche riscaldato. che pacchia si sta da dio. roooonff.

31 ottobre, 2009 12:26  
Anonymous Anonimo said...

...e sotto il cuscino...e in fondo al materasso....toh, una salsiccia ancora calda!

31 ottobre, 2009 12:30  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home