venerdì, maggio 28, 2010

la iggiene


chiaramente non c'e' bisogno di fare riferimento a questo o a quello per parlare di una certa cosa che non conosco ne' voglio conoscere anche se ci hanno presentati a un party in camera da letto di un ospedale per tisici dell'ottocento dove curavano la dissenteria con il purgante. era una serata dove la luna non c'era, era andata a un altro party, da un'altra parte, dove offrivano tartine al ragu' di chiodi dal sapore pungente. c'erano anche i tre cantanti che avevano impersonato i tre tenori in un film sui primi coloni profumati della storia. fino ad allora infatti non tenevano molto alla cura della persona. dopo invece divennero un esempio di igiene per tutti coloro che erano interessati. per gli altri invece no. chi non era interessato aveva le sue buone ragioni. erano tempi in cui per avere un interesse bisognava pagare una tassa. e allora sorsero tutta una serie di interessi clandestini che viaggiavano in incognito e attraversavano la frontiera vestiti da gatto.

Etichette:

3 Comments:

Blogger Catia said...

Behemoth, il gatto del Maligno Woland, infatti, era uno assai pulito. E nel terrazzo del loro appartamento sulla Sadovaja tenevano un Nettuno nero che era uno molto netto, per destare l'interesse negli ospiti del ballo.

28 maggio, 2010 10:53  
Blogger astrosio said...

da cui la pizza margherita. come ormai tutti sanno. provarono anche con la pizza maestro. ma faceva schifo.

28 maggio, 2010 12:14  
Anonymous Rocco Loturzo said...

snifff
che storia epica..
sono in uno stadio confusionale
e sto arbitrando una partita di panico allorquando mi fermo e mi domando:
ma qual'era l'interesse per l'igiene allora?
era conveniente?
ed in che termini potevasi reclamare?
e i tassi?
si lavavano anch'essi?
sospinti da cosa?
Le tasse? (risponderanno i meno accorti)
NO!!
TRATTASI...dell'associazione nazionale cultori della Vaccinara
che segretamente muoveva le fila di questo perfido giuoco..

nel quale l'interesse faceva da padrone e i tassi da schiavi. ed il resto è nei segreti posteri di una canzone di Marco Masini, che non ha ancora scritto.

29 maggio, 2010 09:26  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home