giovedì, febbraio 08, 2007

post interattivo


premesso che... (il lettore ci metta quello che vuole), voglio solo dire che... (il lettore ci metta qui quello che vuole) (d'ora in poi: ilcmqqcv). certo, è anche vero che... (ilcmqqcv), ma se non si considera il problema sotto tutti i suoi aspetti, si rischia di... (ilcmqqcv). ovviamente, questa considerazione non esclude il fatto che... (ilcmqqcv), perché se è vero, da un lato, che... (ilcmqqcv), dall'altro non si può omettere di segnalare una certa... (ilcmqqcv).

insomma, la voglia di una soluzione, di una conclusione, non deve portare a trascurare il rischio della superficialità.

9 Comments:

Anonymous PG l'apostrofa said...

superfico... o superficio... c'om'è c'he si dice in questi c'asi?

hai visto quante apostrofi?

era per farti c'ontento!

08 febbraio, 2007 10:04  
Blogger astrosio said...

hai f'atto bene.
l'apostrofo è una f'igata!

08 febbraio, 2007 10:31  
Blogger Niccolò said...

Ma (ilcmqcv) e' (ilcmqcv), nonostante (ilcmqcv) (ilcmqcv) (ilcmqcv), (ilcmqcv)? Perchè (ilcmqcv), secondo me. (ilcmqcv), pare.

08 febbraio, 2007 11:08  
Blogger astrosio said...

non sono del tutto d'accordo, ma neanche completamente in disaccordo. la verita' e' sempre nel mezzo.

08 febbraio, 2007 11:59  
Anonymous diderot said...

http://www.rael-is-real.splinder.com/post/10812330/Un+re%3F+No%2C+un+pezzo+di+legno

08 febbraio, 2007 12:11  
Anonymous Mary said...

Anche te con queste posizioni avveneristiche?Ma se non c'è più religione e si sono persi i valori di un tempo, perché ti riveli recalcitrante ad un passo in avanti? Lo sviluppo sostenibile è alla base delle priorità, se escludi l'abuspo di stupefacenti e non prendi atto dei progressi compiuti.
(pare un discorso alla Camera)

08 febbraio, 2007 14:18  
Blogger astrosio said...

io scherzo. quindi posso dire tutto. e ovviamente il contrario di tutto. e non perché scherzi veramente. bugia che scherzo. non è affatto vero. sono sempre serissimo e compìto. mi abbottono sempre i due bottoni superiori della giacca a tre bottoni e so che al ristorante deve entrare prima l'uomo e poi la donna. non rutto in pubblico e mi cambio le calze ogni domenica. cascasse il mondo.

08 febbraio, 2007 15:18  
Anonymous Anonimo said...

La superficialità è c’erto un vizio diffuso, ma le soluzioni sono sempre a portata di mano considerando che si rischia di fraintendere perché tutto scorre...

08 febbraio, 2007 19:07  
Blogger astrosio said...

questo e' vero anonim, p'erò non sempre e' così. a volte è colà. a due passi.

08 febbraio, 2007 19:45  

Posta un commento

<< Home