lunedì, marzo 26, 2007

post d'impegno sociale e civile


è pazzesco che nel ventunesimo secolo ci siano ancora tante cose brutte e barbariche che si verificano. si fossero verificate 7 o 8 anni fa, era un altro discorso. in quanto era ancora il ventesimo secolo. ma nel ventunesimo secolo no, non si possono accettare. si devono distruggere queste cose barbariche e brutte che si verificano come: la fame nel mondo, la guerra, le bombe atomiche, le scamorze taroccate, i maltrattamenti delle padelle prese a colpi di gatto, il made-in-italy vituperato, i palinsesti televisivi organizzati male, la gente insensibile ai sentimenti, le polveri sottili, la vecchiaia, il traffico, la guerra tra i sessi, i popoli oppressi, la violenza negli stadi, i genocidi, gli infanticidi, i parricidi, gli uxoricidi, gli omicidi in generale, la sovrappopolazione, le malattie incurabili, gli scippi, le tasse alte, gli acciacchi vari, il mal di denti, il mal di testa, la sindrome di stendhal, il razzismo, la droga, la prostituzione, l'effetto serra, le vallette che la danno per andare in tv, la corruzione nel mondo dello sport e tante altre cose che non vanno bene. ormai siamo nel ventunesimo secolo, ci siamo lasciati alle spalle venti secoli. e finché tutte queste cose succedevano nei venti secoli precedenti, poteva anche andare bene. ma adesso non più. perché siamo nel ventunesimo secolo. se eravamo ancora nel ventesimo secolo, no. poteva ancora andare. ma mo basta.

Etichette:

11 Comments:

Blogger Bulbo Oculato said...

guarda, facciamo prima a prendere una bella pillola blu per rifugiarci in un rassicurante Matrix (ricordi Keanu Reeves?)
ciao!

26 marzo, 2007 13:10  
Anonymous keanu reeves said...

Oddio mi ero completamente dimenticato...
grazie bulbo

26 marzo, 2007 13:23  
Anonymous marcolo said...

Ecco. Manifestiamo per tutte queste cose. Guerra, cani, prostituzione, animali nei circhi. Astrosio come Flavia.

26 marzo, 2007 13:42  
Blogger Winterskin said...

vi passo tutto, ma keanu reeves proprio non ha colpe....ed anche se l'avesse per lui chiudiamo un occhio...
per quanto riguarda il resto, e' vero...astro' hai ragione, smettiamola con quest'indecenza e quest'ignoranza ed iniziamo a vivere una vita responsabile di riflessione interiore...
a proposito, ma voi lo sapete se l'anno prossimo il grande fratello si fara'?

26 marzo, 2007 13:57  
Blogger astrosio said...

bulbo oculato e keanun reeves, questo non è un blog fatto per ricordarvi a vicenda uno dell'altro. bugia. è esattamente un blog fatto per ricordarvi a vicenda l'uno dell'altro. e su questa vicenda non voglio dire altro. l'uno magari sì. e pure l'altro, va, se non ci resta male.

marcolo, grazie per questo esaltante paragone, ma flavia resta flavia. e io anche tutto sommato sto bene come sto.

winterskin, hai ragione, anche se devo dire che non è facile avere notizie del genere.

26 marzo, 2007 14:11  
Anonymous Mary said...

E' vero. Il ventunesimo come "teatro" ( n.d.a. quanto piacerà questa parola ai redattori del tg5????) di tragedie immani non torna in una frase di senso compiuto.
Uno ha alle spalle venti secoli di sbagli, poi, dopo venti secoli capisce, si ravvede, impara.
Qui invece c'è della perseveranza nel far cattiverie. Soprattutto per l'insensibiltà verso i sentimenti, verso i lucchetti e verso le giovani generazioni. Che schifo.
In una parola: Bleah!

26 marzo, 2007 15:54  
Blogger astrosio said...

parole vibranti. mary. ottima riflessione. spunto consistente. anche se devo dire che sei un'insensibbile!

26 marzo, 2007 16:16  
Anonymous Mary said...

Sono un'insensibile, ma se mi tiri una secchiata d'acqua gelata divento sensibile anche io, che credi!
Mentre per il fuoco niente, perché sono ignifuga.

27 marzo, 2007 14:55  
Blogger astrosio said...

questa cosa dell'acqua mi ha fatto venire in mente un'ideuzza...

27 marzo, 2007 15:44  
Blogger lamb-O said...

Tutti gli anni si dice: "nel XXXX [anno corrente] ancora succedono cose del genere". Lo ricordo da sempre, nel 1988 succedono ancora cose del genere, nel 2006 succedono ancora cose del genere.

Ogni anno promette la fine della storia. Ogni anno ce lo mette nel culo.

12 marzo, 2011 12:40  
Blogger astrosio said...

gli anni passano ma le teste di cazzo no. ecco. questa potrebbe essere la morale. ma non voglio. era solo per ritere! :D

12 marzo, 2011 12:57  

Posta un commento

<< Home