martedì, gennaio 26, 2010

1074 pagine + 1

istintivamente ho letto millesettantacinque pagine di un libro che parlava di millesettantaquattro cose diverse. l'ultima pagina era l'indice ed era scritto piccolissimo per farci entrare millesettantaquattro cose piu' l'indice. perche' ho controllato con la lente di ingrandimento e c'era un rimando alla pagina dell'indice stessa. come se chi ha fatto quell'indice non avesse gia' abbastanza problemi. e poi a che serve una pagina che serve solo a dire che sei su quella pagina? ok, c'erano altre millesettantaquattro cose. ma che bisogno c'era di scrivere a pag.1075 anche che a pag. 1075 c'era l'indice? questo dico io.

Etichette:

114 Comments:

Blogger erica said...

Ma guarda, in nordamerica mettono questa piccola decalcomania su tutti gli specchietti retrovisori delle auto :"Object in the rear mirror are closer than they appear "

...ma dimmi tu....
bah !

26 gennaio, 2010 06:48  
Blogger astrosio said...

il problema e' che le cose piu' diventano piccole, piu' sono difficili da vedere. per esempio, se io produco un accendino piccolissimo, non solo e' difficile da usare, ma sara' anche molto facile perderlo. ecco.

26 gennaio, 2010 07:03  
Anonymous Anonimo said...

e tuttavia, ho perso più occhiali che lenti a contatto. perché la perdita della lente a contatto immobilizza tutto e tutti all'istante. il mare smette di ondeggiare, il vento di soffiare, la terra di girare eccetera.

26 gennaio, 2010 07:11  
Blogger astrosio said...

anonima, sono parole tue? no, perche' le trovo belle anzicchenno'!

26 gennaio, 2010 07:42  
Anonymous Anonimo said...

bè, non è che ogni singola parola l'abbia brevettata io, ma...

guarda che le lusinghe con me non funzionano!! piuttosto hai altre kinder briosce scadute?? eh? eh? eh? eeeeh?

26 gennaio, 2010 11:41  
Anonymous Anonimo said...

ps. poi sai com'è alla mia età preferirei cose tipo "anonima, sono chiappe tue?"

ahahahahah!!!


ehm.

26 gennaio, 2010 11:45  
Blogger astrosio said...

anonima, sono chiappe tue? BUHAHAHA!!!

26 gennaio, 2010 12:03  
Anonymous Anonimo said...

ahahah!
:-))

26 gennaio, 2010 12:41  
Anonymous no non è giornata said...

salve, passavo di qui per caso e.. niente ho visto che nel vostro blog si parla di chiappe

io le gradisco all'arrabbiata

ho letto un libro interessantissimo che parla di cucina macrobiotica..

ovviamente tra le prime due parole della frase precedente manca il suffisso "sul"

oggi non sono in forma
sono raffreddato e mi sono sfatto

26 gennaio, 2010 14:12  
Blogger Catia said...

le chiappe all'arrabbiata non sono molto palatabili. organoletticamente parlando,dico.
meglio una vellutata, con due crostoni induriti sulla brace.
La mia forma è la peggiore.Uscendo stamane mi hanno detto che ricalco le fattezze di una vertebra coccigea.il che è tutto un dire

26 gennaio, 2010 14:30  
Anonymous Anonimo said...

manco io, reduce dalla mia cucina microbiotica a base di "che ciaap!
insomma quella salsa rossa agrodolce da bersi direttamente dalle bottiglie (due) o alternarsi a strati di nutella su basi d' appoggio non identificate.

burp.

26 gennaio, 2010 14:33  
Anonymous Anonimo said...

vabbè dai, non litighiamo, tre sfatti ex-equo, che non ho mai capito cosa c'entri col cavallo.

26 gennaio, 2010 14:36  
Anonymous Anonimo said...

forse con la guerra di troia. tipo che due eroi volevano uscire per primi per fare i fighi, si sono azzuffatti e poi uno ha urlato: deficienti avete rotto il cazzo!
ma non so. ecco.

26 gennaio, 2010 14:38  
Blogger Catia said...

io so veterinario, sà?
e vi posso dire che quando un cavallo sfodera la spada tutti ma proprio tutti alzano le mani, trovandosi perciò nella stessa barca

26 gennaio, 2010 14:41  
Anonymous Anonimo indiano said...

veterinario?? interessantissimo! le vacche, dimmi, hanno o no l'imene? e partoriscono vergini come la madonnaaa?? eh?? eh??

26 gennaio, 2010 14:47  
Anonymous Anonimo said...

ah, dite all'avvovato della capra che due cigni hanno divorziato. l'ho letto oggi sul corriere. pertanto aumenteranno i suoi clienti.

26 gennaio, 2010 14:51  
Blogger Catia said...

tralasciando sillogismi che ci indurrebbero a blasfemia, nonacaso gli indiani ce la sanno più di noi considerando la sacralità vaccina.
oibò
poi ci sono gli indios che rispettando l'ardore genetico trasmesso loro dall' homo sverginealentis tendono a deturpare tale panteica bestiale immanenza

26 gennaio, 2010 14:56  
Anonymous AVVISO said...

tutti gli aspiranti praticanti debbono aver sostenuto diritto animale I e diritto animale II progredito a quattro zampe, nazionale e internazionale.

26 gennaio, 2010 15:00  
Anonymous Rocco Loturzo said...

porca paletta, oggi ho imparato più che in una settimana di fascicoli sttimanali in comode dispense!!

certo è vero, in periodi di vacche magre non si va a guardare in bocca a caval Donato, ma neanche menare il can per l'aia è cosa bella.

oggidì con tutto questo associazionismo cittadino, a sostituire l'allegra leggiadria allegorica campestre dell'uomo del cemento... insomma tutto fa brodo..
pure Milly Carlucci!

26 gennaio, 2010 15:01  
Anonymous Mano in alto said...

professoressa non ho capito l'ultima riga. me la rispiega?

26 gennaio, 2010 15:02  
Anonymous Ma anche no said...

certo sfatti non fummo per vive come equi, ma...

no, 2 sono le cose,
o un sano piatto di spaghetti all'amatriciana, oppure una bella coscia della cacciatora..

ma pure due...

26 gennaio, 2010 15:06  
Blogger Catia said...

mmmooohccc

26 gennaio, 2010 15:14  
Anonymous Anonimo said...

VUOI DIRE CHE FANNO LO SCALPO ANCHE ALLE VAGINEE??

ommioddiocheorrore!

26 gennaio, 2010 15:45  
Anonymous Messaggio PROMOZIONALE said...

hahahahaha

non ci avevo mai pensato..
certo vabbè apparte alcune mezzeidee da passate frequentazioni con alcuni compagni di merenda...

lo scalpo alle "vagine"...
mi viene in mente una idea commerciale eccezzionale

la parrucca per la farfallina!!

stanca delle solite nuances?
vuoi stupire il tuo partnerssas?

allora corri a comprare parrucchINA la parrucca per la vagina

disponibile nelle classiche tinte pastello e nelle nuove nuances hollivuuds superstars

fucsia con venature dorate
argento con stelline e comete spaziali
leopardata (va sempre di moda)

e prova la nuova promozione sanvalentino con balconcino e cordino per gli innamorati!!

solo nelle migliori catene di intimo e sciopping senciers!!!

26 gennaio, 2010 15:52  
Anonymous Anonimo said...

Tesoro mi mortifica deludere la tua promozione, ma nel lontano 1982trovai per caso nel casseto della scrivania di mio padre, in ufficio, un numero di Playboy dedicato alle acconciature più bizzarre e illusionistiche del locus amoenus, o boschetto, giardinetto, aiuola etc.
ne ricordo una in particolare, a guisa di scimmia, che proseguiva ai lati con due arti tatuali di simpatico primate fulvo. ma qui cedo la parola alla collega veterinaria.

26 gennaio, 2010 16:01  
Anonymous Rocco Loturzo said...

si ma qui stiamo parlando di parrucche non di acconciature

un gadgiett irrinunciabile per la donna moderna!!

eccomunque ove pure così non fosse ho già venduto i diritti e l'idea ad una multinazionale di sciangai

me l'hanno pagata profumatamente:
una stecca di marlboro
un buono per un pollo al girarrosto
una bustina millesorprese
ed un profumo cocòscianelle nummeroventisette

lo so, sono un affarista nato
mo però voglio tornare al mio obbit ptreferito
l'amorevole cura della mia aiuola preferita..

26 gennaio, 2010 16:11  
Anonymous Anonimo said...

scusate un attimo. quelle lamelle sottili, di un rosa pallido ma non scialbo, che a volte servono nei ristoranti asiatici insieme al resto, saranno mica imeni di medusa?

26 gennaio, 2010 16:13  
Anonymous Anonimo said...

Rocco scusa, hai ragione. E'
geniale!
Ferma agli anni 80, non avevo considerato l'invasione di tope rasate che a seconda delle circosatnze potrebbero necessitare di foulard parrucca o tupè.

26 gennaio, 2010 16:18  
Anonymous Anonimo said...

e le extenscions? cosa dici, mettiamo anche quelle in catalogo?

26 gennaio, 2010 16:20  
Anonymous Anonimo said...

Ora, non conosco la storia delle acconciature femminili, ma vi assicuro che la matura governante che mi accudiva da ragazzina già necessitava di parrucca.

26 gennaio, 2010 16:27  
Anonymous Anonimo said...

No, non vorrei fraintendeste. Questo stando ai pochi giorni di libertà che dettagliatamente mi raccontava. Cucinava delle inobliabili cipolle ripiene!

26 gennaio, 2010 16:33  
Anonymous Anonimo said...

sì, ho avuto una serie di governanti loquacissime e porche. pensandoci.

26 gennaio, 2010 16:39  
Anonymous Il giardino dei rocco-contini said...

quindi ars topiaria deviva da topa, suppongo.

26 gennaio, 2010 16:46  
Anonymous Rocco loturzo said...

ecco le ecstenscions sono il alto più interessante della cosa

applicabili sia alla parrucchina che al pel.. alla pel.. alla aaahhhhhhhhhh

ok
dicievo
le extenscionss a tema

con tarzan appeso alla liana

con uinnideppuu che saluta gli amichetti

giosie walsh impiccato alla forca

pietrino lo scheletrino col pisellino

chebbello... voglio fare il montatore di exstenscioonsss

26 gennaio, 2010 16:48  
Anonymous Anonimo said...

e poi anche tutti quei ciondolini che adesso le donne attaccano ai braccialetti, sai? che dici, li attacchiamo alle estenscions o direttamente alla chioma chiavica?

26 gennaio, 2010 16:51  
Anonymous Anonimo said...

ehm. vabbè. direi di continaure la conversazione privatamente che poi ci fregano le idee.

26 gennaio, 2010 16:53  
Anonymous Rocco Loturzo said...

prego signiuora si accomodi..
si metta comoda..

dove gliela applico... signiuooora?

hhahahahaha

sai gli amici al bar come saranno invidiosi?

hei giuànn che fai tu?
sono responsabile delle risorse marketing di una multinazionale della cenere carbonifera

e tu colìn?
io sono net-key-account iper menegier di una grossa catena commerciale noto marchio di un distributore GDO transalpino..

meh, e tu rocco? chi è che fai?
io sono capo montatore di extesciòònsss
io attacco i ciondolini alla fiiiXXXXXXXXXXX


HAHAHAHAHA

26 gennaio, 2010 16:55  
Anonymous Anonimo said...

ahahahahah!!

26 gennaio, 2010 16:56  
Anonymous Anonimo said...

mi faresti una treccina?

con le perline?

26 gennaio, 2010 16:57  
Anonymous Anonimo said...

anzi no, mi sa che è demodé.

Rocco dobbiamo istruirci! fare degli stage, seguire dei corsi di aggiornamento... non dobbiamo improvvisarci! dobbiamo prepararci e farlo bene, per dio!

26 gennaio, 2010 17:00  
Anonymous Rocco loturzo said...

epperchènnò co le conchigliette di madreperla tutte colorate e sgargianti?

hahahaha
a natale invecie mettiamo i campanellini, così quando vai in bagno.. jinglebbeeels jinglebbells hahahahaha



Figlia mia parla, apri il tuo cuore:
padre mi perdoni ho tanto peccato..

quante volte figliuoola?
dlìdlìnk dlidlìnk
dlin dlin dlink!

hahahaha

26 gennaio, 2010 17:03  
Anonymous Rocco Loturzo said...

ok affare fatto
istruiamoci!!!

ma io sono sempre stato un autodidatta!!

vieni un po qua che...

hehehehehe

26 gennaio, 2010 17:04  
Anonymous Anonimo said...

aspetta, sai che l'idea dei campanellini non è niente male? cioè, se ne attacchiamo un po', secondo te possiamo incidere tipo anche dei dischi? cioè, dei cd?

ma ripeto, non annoiamo oltre eventuali lettori.

26 gennaio, 2010 17:08  
Anonymous Anonimo said...

e così tipo a san valentino lei regala a lui la musica del loro primo incontro. e magari se lo diciamo anche ai cigni, tornano insieme.

26 gennaio, 2010 17:13  
Anonymous Anonimo said...

ma credo che l'avvocato animalista ci metterebbe i bastoni fra le ruote.

26 gennaio, 2010 17:15  
Anonymous Rocco loturzo said...

si ma ci rimarrebbe molto male

perchè gli farei vedere le campane fra le p...

buhahhahahahaha

26 gennaio, 2010 17:21  
Anonymous Catia la roscia said...

asserisco, da medico, che tutto ciò è aberrevole! Speculare in tal maniera su errori depilatori giovanili dettati da mode o consigli cosmetici da figamoderna.Pen non parlare della PPF(precociuos Pilus Fall), pandemica sindrome da stress che inizia a colpire le donne già dall'età di 35 anni. Esistono terapie ormonali sostitutive a base di viagra che rendono un aspetto tricologico dignitoso. Questa terapia è però stata man mano soppiantata dall'esporto di peli dal mento a causa della frequente e antiestetica clitomegalite(ingrossamento da ipertrofia clitoridea)che richiedeva ricorso alla chirurgia estetica per allungare le labbra a chiudere il misfatto.
anzumma
il sole non batte e io mi ci fò due colpi di luce,comedimodaquest'oggi

26 gennaio, 2010 17:24  
Anonymous Rocco loturzo said...

incredibbile..
ed io che mi penzavo di averle viste tutte...

tuttosommato è più conveniente appiccicaci un campanellino ad una ecstenscio piuttosto che avviarsi ad una costosa pratica chirurgica
atta a scanciellare i segni dell'età.

eppoi non ci vuole nemmanco la laurea..

comungue se lo dicie lei cottutte quelle parole grosse, allora cià raggione!!

vuole vedere la nuova collezione di exstenscio fai da te in promozzione tre al prezzo di due?

26 gennaio, 2010 17:32  
Anonymous Catia la roscia said...

solo se resistono alla luce del sole.Non è che poi mentre mi abbronzo prendono foho?

26 gennaio, 2010 17:34  
Anonymous Catia la roscia said...

perchè,dico, abbisogna pure vedere la qualità. Non oso immaginarmi sul bagnasciuga disturbata da una moltitudine di vucumprà che cercano di rifilarmi robba sintetica a poco prezzo. Di certo non mi assoggetterei alle mode cercando il pelo lui vuittò però...il comfort in primo luogo!

26 gennaio, 2010 17:39  
Blogger Catia said...

scusate, ma l'indice in tutto ciò,dove lo ficchiamo?

26 gennaio, 2010 17:41  
Anonymous Rocco Loturzo said...

l'indice di gradimento di questo post è schizzato alle stelle

la sua domanda è indice di profonda attenzione alle tematiche discussesi sinora

io l'indice ce lo metterei un po' dovunque, come il prezzemolo del resto, ma dettagli ulteriori sarebbero indice di morbosità alienante!

per catia la roscia.
i nostri prodotti sono assolutamente naturali e non rientrano nella schiera delle cineserie.

materiali selezionati con cura ed applicati con tanta maestria artigianale dell'antica squola degli applicatori del pelo della gualdrappa (polinesia inferiore, dietro alle salomone, accanto alla baciccia)

può stare tranquilla che rimarrà soddisfatta ed il suo appagamento sarà indice di estremo gaudio per la nostra piccola bottega artigiana

26 gennaio, 2010 17:46  
Anonymous Anonimo said...

ah quindi secondo il nostro medico tratterebbesi di sindrome da stress che fa perdere il pelo ma non il vizio. capito.

colpi di soleee?? mi sembrano un po' fuori moda! il nostro Rocco può darti due... due consigli su come migiorare il tuo look!

26 gennaio, 2010 17:47  
Anonymous Anonimo said...

l'indice, è vero! ahahahah!!

26 gennaio, 2010 17:49  
Anonymous Anonimo said...

(guardate che da questo bay storming sono uscite ideee commerciali da urlooo!)

26 gennaio, 2010 17:51  
Blogger Catia said...

me medesma catia che poi è la roscia si sente rinculata e rincuorata. che poi secondo me è la stessa cosa.
non si preoccupi signor Rocco, l'ingienieria genetica, ne sono certa, accorerà a darvi una gran mano.O un grande indice

26 gennaio, 2010 17:51  
Anonymous Anonimo said...

dottoressa Catia, mi scusi, vorrebbe farci da testimonial?

26 gennaio, 2010 17:52  
Anonymous Anonimo said...

Mi scusi, lei è livornese?

26 gennaio, 2010 17:53  
Blogger Catia said...

pisana non di pisa
appunto
ecco
non credo che una roscia sia una testimonial d'effetto

26 gennaio, 2010 17:55  
Anonymous Anonimo said...

insomma una bimba di quelle parti. ho un fiuto infallibile!

26 gennaio, 2010 17:56  
Anonymous Rocco Loturzo said...

guardino siore e siore..
si fitino di un maestro artiggiano della vecchia squola
che sa come propriamente mettere le mani in... pasta..

oggigiorno con poche applicazioni mirate, indice di estrema e razionale attenzione al proprio luuks, anche la dove non batte il sole, è possibile rendersi più belle fascinanti ed appetitose, che nemmanco il miele con le api..
dippiù!!

stamattina è andato tantissimo l'articolo
exstenscio fucsia con anellini di corallo, mollichette di spuma di cotille australi, no quelle rare ed in estinzione, quelle delle piante di aloe o-oh che si trvano sulle spiaggie della petagonia.

unito ad una coda di cavallo, stile furia cavalla della uesta, che fanno molto selvaggiami ma di bbaci strapazziami, e per finire ad una campana stile muccolona primipuerpera alle false prime armi

le tre signiuore che hanno richiesto questa bizzarra configurazione poi sono tornate in negozzio con altrettante amiche e l'aria trasandata e stanca..
voglio dire cioè veramente qui non si scherza mica

sodisfatti o rimborzati!

26 gennaio, 2010 17:56  
Blogger Catia said...

C O M M U O V E N D E

26 gennaio, 2010 17:59  
Anonymous Rocco Loturzo said...

pisana?
guardi se mi acquista 2 exstenscio le regalo la terza stile campo de miracoli
co la exstensciò pendente..

26 gennaio, 2010 17:59  
Anonymous Anonimo said...

ahahahah!! gionalista di moda, pure! altro che la Rosanna Cancellieri!

la Petagonia...sì, credo di aver letto qualcosa...un posto del cazzo mefitico dove mangiano solo fagioli. bbuoni, ma tutti i giorni...

26 gennaio, 2010 18:03  
Anonymous Rocco Loturzo said...

alla signiora Cancellieri tempo addietro abbiamo applicato una exstenscio stile "Rezza caprese"

ci mancava poco che superasse i limiti imposti dalla CEE per la pesca al merluzzo (sia per grammatura che per lunghezza)

si abbiamo messo una intera nottata per stenderla e ritirarla su, e non vi dico chi poi c è capitato di mezzo...

26 gennaio, 2010 18:08  
Anonymous Anonimo said...

aahahahahah!! ma la torre di pisa che vibra è geniale!! e mi ricorda un amichetto...un tipo uguale a un nero, dico di capelli, ma di pelle bianca, che lo aveva proprio così. l'ho visto. intendo storto uguale. ehm. non so quanto sia comune.
dottoressa può darci qualche percentuale?

26 gennaio, 2010 18:08  
Blogger Catia said...

la mia personalissima percentuale è di uno.non su cento però.come indica un indice.
medico veterinario anch'egli.
però dico storto non nel solo senso pendente. montanto con uno scarto angolatorio. del tipo che l'orefizio uretrale era alle ore 8.
o alle due.
dipende dall'osservante
ma non vibrava,dhè.

26 gennaio, 2010 18:14  
Anonymous Anonimo said...

ora che ci penso forse non era niente di così speciale. forse è stata solo l'impressione del momento. eppure mi sembrava tanto storto!

26 gennaio, 2010 18:15  
Anonymous Anonimo said...

a quindi anche secondo lei, dottoressa, esistono torri storte, nevvero? grazie!! :-))

26 gennaio, 2010 18:17  
Anonymous Rocco Loturzo said...

io debbo confessare che ho sempre sofferto di questo difetto congienito..
che si è acuito col passare degli anni, passando da una forma cuneiforme assirobbabbilonese ad una forma spiroidale accorno di toro..

purtroppo per celare tale situazione mi sono incollato una serie di exstenscio stile sipario da moulin rouge e poi mi sono tatuato tutto l'ambaradanciciccocò a scaglie di serpente.

la sera quando smonto dalla bottega vado a fare il presentatore nelle tivvù private a pagamento...

una traggedia

26 gennaio, 2010 18:18  
Anonymous Rocco Loturzo said...

I Maori della Petagonia sono rimasti così impressionati che mi hanno chiesto di fargli da Mascotte...

PS
vabbè li c'era anche la sorpresa per l'effetto pirotecnico del sipario che si alzava da solo con gli effetti speciali disco orchestra

26 gennaio, 2010 18:20  
Anonymous Anonimo said...

quello che dico io ha poi fatto agraria. dice che esite una relazione? sembra di bestie e campi si tratta. forse è il modello bucolico.

26 gennaio, 2010 18:20  
Anonymous Anonimo said...

aahahahha!! rocco ti prego, la vescica! alla mia età...

26 gennaio, 2010 18:22  
Anonymous Rocco Loturzo said...

una exstenscio col Tappo?

o una candida pioggereliina di filamenti coi puff puff assorbenti alla fine?

guarda che l'excstenscio no è solo una questione di moda..

26 gennaio, 2010 18:24  
Blogger Catia said...

signor Rocco, lei haccheffare con le bestie? per trovare il filo delle mutandine slabbrate di arianna, accontentando anonimo in uno studio epidemiologico

26 gennaio, 2010 18:24  
Anonymous Anonimo said...

dottoressa, e mettere a entrambi un basto come ai buoi?

alba pratalia araba, albo versorio teneba, negro semen seminaba...

brutta storiaccia di corna!

26 gennaio, 2010 18:28  
Anonymous Anonimo said...

Rocco la estenscio col tappo mi piace un sacco!

la voglio! ti pregooo!!

26 gennaio, 2010 18:30  
Anonymous Rocco loturzo said...

beh effettivamnde quando le persone mi conoscieno meglio
un po di besctia me la danno..

attribuzione sicuramente suggerita da aspetti estetici quali petto villoso, carnaggiona olivastra, mano dure e rugose tipiche da campagniolo.

ma poi confermata da modi bruschi, ignioranza e caratteraccio cafone..

si in ultimo ogni tanto puzzo, vabbene

ma da qui ad imbastire un raporto di cui mi debbo fare carico del peso di tutto quanto no

so bbesctia mica so animale!

26 gennaio, 2010 18:32  
Blogger Catia said...

per il basto dovrebbero esser consenzienti,sà?perchè un basto è un legame tipo da talamo:è matrimoniale.
senza contare che la loro patologia(pigrizia acroprepuziale) sarebbe esternamente stigmatizzata.
lasciamo il lavoro da strateghi del marchetin al signor rocco, caro anonimo
noi non ce la sappiamo

26 gennaio, 2010 18:34  
Anonymous Rocco Loturzo said...

amore l'exstenscio col tappo te la metto quando vuoi...

(come volevasi dimostrare in precedente comunicazione)

26 gennaio, 2010 18:34  
Anonymous Anonimo said...

anzi facciamo tre tappi, tipo che poi mi agiti bene e li stappiamo insieme e fanno dei botti che si spaventano tutti!

eh?

26 gennaio, 2010 18:34  
Anonymous Rocco Loturzo said...

hahahahahahaha

sarai la mia gazzosa sampelligrina

stappastappastappa!!!!

26 gennaio, 2010 18:36  
Anonymous Anonimo said...

ok, porta le cannucce!

:-)

26 gennaio, 2010 18:38  
Anonymous Rocco Loturzo said...

NO
so omo io
mi attacco alla canna!!

hahahaha

26 gennaio, 2010 18:45  
Blogger Catia said...

signor rocco,
badi bene che nemmanco le donne potano mai le cannucce da casa

26 gennaio, 2010 18:47  
Anonymous Anonimo said...

ho scoperto un buco in più una volta che facevo il bagno, al largo, e siccome ne avevo appena tappato uno, nuotavo intorno alla barca a remi su cui stava mia madre, con un signore che non conoscevo, e continuavo a dirle, preoccupata, che dovevo fare pipì. a bassa voce, per non farmi sentire. devo fare pipì, devo fare pipì! ..falla! ma non posso! falla! ma ho messo... insomma pure lei discretamente, senza farsi sentire, finalmente mi suggerì "E' UN ALTRO BUCO!" e così finalmente la rilasciai.

26 gennaio, 2010 18:49  
Anonymous Anonimo said...

Rocco non mi facci arrossire. ehm. ecco.

26 gennaio, 2010 18:50  
Anonymous Rocco Loturzo said...

potare le cannucce è una frase preoccupante e foriera di cattivissimi presagi alla stivenkings

le tue avventure acquatiche mi sono sempre piaciute, dovresti fare da spalla a.. a.. comecazzo si chiama il figlio di PieroAngiela? Ulisse? Patroclo? imenio? Venticiello?

beh insomma avete capito

26 gennaio, 2010 18:54  
Blogger Catia said...

la erre di portar si era imbarazzata un attimo. Ci pensino signori: sono sempre gli uomini ad offrire le cannucce

26 gennaio, 2010 18:58  
Anonymous Rocco Loturzo said...

Non mi fare arrossire?

evvabbè.. come non detto..
facciamoci una peperonata cole acciughe ed andiamociene addormire allora!!!

26 gennaio, 2010 18:59  
Blogger Catia said...

tutti a mangiare accasamia,stasera

26 gennaio, 2010 19:02  
Anonymous Rocco Loturzo said...

io porto lebbirre!!

opreferite un fiasco di negramaro?

26 gennaio, 2010 19:03  
Anonymous Rocco Loturzo said...

ad astrosio ci faccio portare le cannuccie...

moscie e spelacchiate

buhahahahhahaha

26 gennaio, 2010 19:04  
Anonymous Anonimo said...

bè ragazzi la compagnia è buona e l'aperitivo pure, ma è tempo di migrare. i miei pastori lasciano gli stazzi e vanno verso il mare. Settembre, andiamo. emmuoviti!
sti sfaticati negri...

26 gennaio, 2010 19:04  
Blogger Catia said...

va bene tutto
purchè si beva con i bicchieri

26 gennaio, 2010 19:05  
Blogger Catia said...

o bevva
a scelta,nzomma

26 gennaio, 2010 19:05  
Anonymous Anonimo said...

cosa, cosa?? tutti a cena a casa tuaa?? appunto avvertivo un languorino...e adoro la peperonata: arrivvooooooo!!

26 gennaio, 2010 19:06  
Anonymous Rocco Loturzo said...

per carità..
allora porto pure quelli

così poi li tiriamo in testa agli igniari passanti affine serata

26 gennaio, 2010 19:06  
Blogger Catia said...

non mi si tocchino le cannucce del signor astrosio, per carità!

26 gennaio, 2010 19:07  
Anonymous Rocco Loturzo said...

però prima devo passare dalla farmacia a prendere una cassa di aspirine..

eppure dalla fabbrica della cartaiggienica che oggi ho consumato dieci piani di carta..

il fatto che abbia premesso l'esiggienza di una aspirina esclude automaticamente che sia una faccia di culo

e ribadisce con vigore ove fosse necessario che sto RAVVREDDADO!!!

26 gennaio, 2010 19:09  
Blogger Catia said...

le sarà vietato allora bere a canna,signore!

26 gennaio, 2010 19:10  
Anonymous Rocco Loturzo said...

beh
signiuore

io vi porgio il mio più fervito saluto, ringrazziandovi per la compagnia, per le lezzioni di anatomia e medicina, per il sostegnio alle mie idee imprenditoriali, per la gustosa leggiadria con la quale si è toccati cierti argomenti così riservati (si ma io ionvece, ecco volevo proprio..no vabbè)

e passo distindamente a'ccommiatarmi dalla vostra illustrissima compagnia

un ultima cosa volevo aggiungere, rivolgendommi al padrone di casa:

ASTRO' L'INDICE SCHIAFFATELO NEL C...

26 gennaio, 2010 19:12  
Anonymous Anonimo said...

no io bevo a canna. e lecco anche il piatto. mio padre una volta mi ha sgridata. dice che non sta bene. secondo me è vero il contrario. comunque non ho mai capito l'invenzione dei bicchieri. almeno a casa propria, dico. non dico al ristorante, ma che senso ha fare uso di bicchieri a casa propria? le porte, invece, tipo quelle del bagno, non mi dispiacciono.

26 gennaio, 2010 19:16  
Anonymous Anonimo said...

e con ciò porgo i miei ossequi al padrone di casa, buona serata a tutti!

26 gennaio, 2010 19:20  
Anonymous Anonimo said...

dottoressa non riesco a prendere sonno.

lei e il medico veterinario...
insomma lei ha assecondato la diagonale congiungendo i due vertici non consecutivi del poligono, oppure il suo vertice del poligono ha raddrizzato la diagonale? eeh?

ehm.

mi scusi.

26 gennaio, 2010 20:44  
Anonymous Anonimo said...

potrebbe farci un disegno?

26 gennaio, 2010 20:46  
Blogger Catia said...

anonimo maschio o femmina che dir si voglia. E' tutta questione di musica, ma anche di muscoli.Un consiglio: distenda una gamba e ripieghi l'altro ginocchio,sarà tutto più facile

26 gennaio, 2010 21:05  
Blogger Catia said...

ecco

26 gennaio, 2010 21:06  
Anonymous Anonimo said...

Avvocato metta via quel goniometro e la smetta di influenzare il teste!

26 gennaio, 2010 21:07  
Blogger Catia said...

poi,dico, se non si parla di vertici e la questione non è per iscritto, meglio assecondare!

26 gennaio, 2010 21:09  
Anonymous Anonimo said...

dottoressa, veramente sono paralizzata.


comuque la ringrazio infinitissimamente per la risposta, mi saluti il dottore.

26 gennaio, 2010 21:11  
Blogger Catia said...

ma le pare?ho decisamente cambiato categoria di sfide personali.Sono poco spiacente di non poter porgere i suoi gentili saluti.
e non si paralizzi: si sciolga,piano, così

26 gennaio, 2010 21:16  
Anonymous Anonimo said...

sono d'accordo con lei! e inoltre la scuola pitagorica ha dimostrato la vigliaccheria della diagonale del quadrato, rispetto al lato.

felice notte :-)

26 gennaio, 2010 21:34  
Blogger Catia said...

euclide era un farlocco!
notte a lei

26 gennaio, 2010 21:50  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home