mercoledì, agosto 18, 2010

dio e l'epidurale


una signora un giorno mi chiese un'indicazione per andare non mi ricordo dove. io non sapevo nulla di come si arrivava nel posto dove voleva andare la signora. ma per non fare il maleducato, le dissi cose a casaccio. lei mi ringrazio' molto e mi regalo' un milione di euro. io, prudentemente, non lo accettai e scappai a casa a ringraziare i santi numi tutelari degli orfani zoppi, che sono delle divinita' inesistenti ma dal nome altisonante. se ho raccontato questa storia, e' perche' oggi ho motivo di credere che gli ufo vogliano imparare la cucina terrestre in modo comodo e senza fatica. ma cari miei, niente si impara senza dolore e sacrificio. per esempio, dio disse che la donna partorira' con dolore. poi hanno inventato l'epidurale e dio se l'e' presa un po' in culo. diciamo. ecco.

Etichette:

3 Comments:

Blogger erica said...

ma sa caro siur signor Astrosio ( e bentornato , tra le righe , ha ha ) che ero usa di dare sempre la stessa informazione alle persone che mi chiedevano direzioni? Preferibilmente quando viaggiavo negli Stati Unti.
'Go straight and then turn right '
.....anche quando mi dovevo raccapezzare io stessa su dove cazzo fossi...

19 agosto, 2010 07:02  
Blogger astrosio said...

questa e' classe. cribbio!

19 agosto, 2010 08:43  
Blogger erica said...

usadidare ..dereddedu' play-doh !gesu' la lingua italiana e' una trappola infernale e dieci anni vissuti con subumani nordamericandi mi incasinano .....

20 agosto, 2010 04:08  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home