mercoledì, febbraio 16, 2011

stupidopost


quello che molti quest'oggi non capiscono e' che per salvare il mondo bisogna coltivare una pianta insospettabile. questa pianta e' la pianta meglio nota come il cactus. piantando il cactus infatti si salvera' il mondo. e ora non mi va di spiegare il perche'. a dire la verita' non mi andava neanche di scrivere questo post. be', basta.

Etichette:

12 Comments:

Blogger Euterpe said...

Saluti. Forse Lei mi può chiarire un dubbio. Ho visto un link al Contrappunto Bestiale alla mente di Banchieri e Lei che è italiano sicuramente potrà rispondermi: Perché il titolo è contrappunto e poi in mezzo al testo c'è "far contrapponto"? Particolarità dialettale?
VLe lascioil mio blog musicale che spero Le piaccia ed una bella interpretazione della Capricciata e del Contrappunto. Tante grazie.

16 febbraio, 2011 23:25  
Blogger astrosio said...

saluti a Lei!
e grazie per la visita.
per quanto riguarda la Sua domanda, credo sia solo un residuo dell'italiano arcaico, detto anche "volgare". solo verso il 1300, infatti, in italia si diffuse nella lingua scritta una lingua che non fosse il latino. prima di allora infatti nella letteratura si usava solo il latino, mentre nell'uso comune, il "volgo", ossia il popolo, parlava un'altra lingua, detta appunto "volgare". col passare degli anni, poi, questa lingua divenne un italiano sempre piu' vicino a quello che si parla oggi ma con qualche differenza. e credo che il problema da Lei prospettato sia attribuibile al fenomeno che Le ho appena descritto.
grazie ancora per la visita e per l'interpretazione della Capricciata e del Contrappunto!

17 febbraio, 2011 07:09  
Anonymous Anonimo said...

oppure, visto che la parola deriva da punto, cioè nota, è un provenzalismo o francesismo, da point.
ma terrei per buona la prima.

17 febbraio, 2011 08:55  
Anonymous Anonimo said...

le contrepoint... che buffo, esiste.

vabbè, anche il controfiletto cotto a puntino.

17 febbraio, 2011 09:08  
Anonymous Anonimo said...

Capricciata e Contrappunto mettono una fame bestiale!

17 febbraio, 2011 09:48  
Anonymous Anonimo said...

molte parole sono frutto di errori involontati. perciò, quando muoiono, vanno nel limbo. qui sorge un castello per le migliori, che chiacchierano e si svagano. fra queste è lo spermaceti. c'entra nulla, anzi poco, con i sottaceti. è sperma, una sostanza viscida che, come illustra il disegno, si concentra nella fronte e nel capo del feroce cetaceo. ma non è sperma, hainoi, e neppure materia grigia..

gloria eterna allo spermaceti!

17 febbraio, 2011 10:13  
Blogger Euterpe said...

Tantissime grazie! Ma in italiano si dice contrappunto, no? Allora è contrapponto resto del italiano volgare...

17 febbraio, 2011 10:52  
Anonymous Anonimo said...

appunto, come le dicevo. e a riprova di ciò, in un celebre quadro di bruegel il vecchio, il volgo banchetta con un contrappunto. Il titolo del dipinto è La sagra del contrappunto, appunto. ;-)

17 febbraio, 2011 11:59  
Anonymous cecchi said...

....comunque io ho una coltivazione intensiva di cactus, dai quali ricavo un pregiatissimo liquore: 'sto cactus. Vi consiglio di provarlo, è ottimo con le suole di scarpa marinate!

17 febbraio, 2011 12:14  
Blogger astrosio said...

@euterpe: prego, e' stato un piacere!
e si', dovrebbe essere un retaggio dell'italiano volgare.
e' stato veramente un piacere risponderLe e spero di esserLe stato d'aiuto.

17 febbraio, 2011 12:44  
Anonymous Anonimo said...

dolce Euterpe, noi distilliamo superalcolici anche dalle canottiere della nonna.

17 febbraio, 2011 12:58  
Blogger Euterpe said...

Tante grazie, Astrosio ed anonimo oppure anonimi. Non ho capito l'ultimo commento degli alcolici, forse perché il mio italiano non è buono obbene perché c'è cualsiasi ironia o detto da me sconosciuto...

17 febbraio, 2011 21:33  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home