mercoledì, febbraio 09, 2011

umberto e la strada di casa


quel giorno umberto non trovo' la strada di casa. anche perche' una casa non ce l'aveva. e quindi era un giorno come un altro. tuttavia non disperava e cercava ogni giorno la strada di casa. perche'? perche', se non aveva una casa, umberto cercava la strada di casa? e chi lo sa... molti si chiesero il perche', il giorno prima che lui morisse travolto da una casa che aveva attraversato un incrocio con il rosso. quindi si puo' dire che non trovo' una casa ma alla fine una casa trovo' lui. e questa storia non ha senso, pero' in un certo senso ha un lieto fine. certo, non ci fosse stato quel senso unico, umberto sarebbe ancora vivo, ma questa veramente e' una cazzata senza fondo. cioe', paragonando una cazzata a un pozzo, quella di prima sarebbe un pozzo senza fondo. ecco.

Etichette:

6 Comments:

Anonymous cecchi said...

mah.....beh......però!.....forse....nooo....se lo dici tu.....credo che...
...no no, è proprio 'na cazzata!

09 febbraio, 2011 11:11  
Blogger astrosio said...

infatti... mannaggia... e dire che in questo blog cerco sempre di essere... no, questa e' n'altra cazzata! :D

09 febbraio, 2011 11:30  
Anonymous Anonimo said...

e la casa è stata condonata o condannata?

scommetto nessuna delle due.
nel nostro Paese, concessione dopo concessione, le case ormai fanno QUELLO CHE VOGLIONO!

09 febbraio, 2011 13:14  
Anonymous cecchi said...

senti maaaa................lui muore?

09 febbraio, 2011 17:38  
Blogger astrosio said...

morse, morse...

09 febbraio, 2011 18:38  
Anonymous ADSL said...

si dice fine vita e c'era un cartello apposta.

09 febbraio, 2011 19:14  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home