giovedì, febbraio 04, 2010

post del membro


conosco uno che si e' mangiato dieci chili di ammorbidente al dente in un ente ma niente te'. voleva questo cazzo di te' e girava, girava, girava per l'ente ma te', niente. era evidente che di te' niente. eppure lui non si rassegnava. voleva accompagnare l'ammorbidente con il te'. e allora, distrutto e frustrato, alla fine della giornata scrisse una ricetta di cucina i cui ingredienti principali erano te' e ammorbidente. una schifezza letale che meno male che non esiste e che tutto quello che ho scritto e' completamente inventato. e inoltre sconclusionato, inutile, gratuito eccetera. altrimenti potrei avere sulla coscienza falangi, legioni di esseri umani morti per una miscela letale di te' e ammorbidente. certo, si tratterebbe di unita' composte da esseri umani molto stupidi. tuttavia non li voglio avere sulla coscienza. ecco.

p.s. l'immagine a corredo di questo post non c'entra una mazza ma e' fichissima.
p.p.s. ho poc'anzi modificato l'immagine in quanto a mio insindacabile giudizio, e in virtu' dei poteri che mi sono conferito per l'occasione, mancava qualcosa. ecco.

Etichette:

9 Comments:

Blogger Catia said...

Quello che importa è grattarmi sotto le ascelle

04 febbraio, 2010 12:26  
Blogger astrosio said...

giusto, cara catia! giusto. ecco.

04 febbraio, 2010 12:30  
Blogger Catia said...

la sua arte trasferellista non si smentisce,ancora.
non so a questo punto tra lei e bukowski chi ce la sa di più.
Lei più lunga, senz'altro.
Ma alle vote non bisogna limitarsi ad una sola dimensione

04 febbraio, 2010 12:35  
Blogger astrosio said...

accetto i complimenti come e' giusto che sia. ecco.

04 febbraio, 2010 12:37  
Anonymous Anonimo said...

mi beo della componente femminile che ha ridato luce e smalto a questo blog.

04 febbraio, 2010 13:21  
Anonymous Vitellio errante al canto di guerra del dio romano said...

il polpo con la gnocca..

..era il nome che il tizio voleva dare alla sua ricetta, e tu, o maestro, hai colto nel segno il significato del suo periglioso vagabondare

..nell'ente
..per niente

04 febbraio, 2010 15:17  
Blogger Catia said...

mi sento di proporre uno giemellaggio.Isomma, voglio dire, le componenti sull'ipotenusa sono due.
E io l'altro cateto, di nome erica, non ce lo conosco.Affatto.
E la cosa mi duole, non so dire di preciso dove, visto il malcelato gnoccume sempre di proprietà della componente che non sono io.
E' un gran peccato,nzomma

04 febbraio, 2010 15:21  
Blogger Catia said...

ribadisco,
una sola gnocca per un polpo è davvero poca cosa.
Io dovessi cucinarlo sto piatto mi rattristerei un tantino

04 febbraio, 2010 15:25  
Anonymous Ubi Maior said...

io la vedo peggio, molto peggio se fosse il contrario
e cioè lo gnocco con la polpa...

ma in fondo ti dò raggione.. suvvia
a un polpo... con otto ranfe tentacolose, insomma diciamociela tutta, una sola gnocca non ci basta...

04 febbraio, 2010 18:53  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home